Coronavirus
Coronavirus

Milano, 26 febbraio 2020 - Emergenza Coronavirus: impatti economici su commercio e turismo, ma anche impatti più nascosti. “Bisogna capire i legami tra processi produttivi tra i diversi paesi a livello globale,” ha commentato Italo Colantone, del Dipartimento di Scienze sociali e politiche della Bocconi. “Se si ferma una fabbrica in Cina o una regione in Italia questo avrà poi conseguenze in altri paesi. FCA ha rivisto i suoi piani produttivi e si stima che il 94% delle maggiori imprese USA subiranno ritardi nelle prossime settimane. E tutto ciò crea incertezza. E difficile capire cosa succede ai propri fornitori e dunque prevedere ricadute è difficile. Con ripercussioni negative su investimenti e crescita nel medio termine".


Francesco Longo, professore del Dipartimento di scienze sociali e politiche della Bocconi ha invece voluto sottolineare come la vicenda coronavirus ci insegni alcune cose. "Innanzitutto - ha detto Longo - che dobbiamo affrontare questa vicenda collettivamente e non come singoli cittadini". "Quindi che dobbiamo affidarci al nostro Servizio sanitario nazionale, che è già carente di risorse nella normalità e che adesso necessita di investimenti ancora superiori. Infine ci insegna che dobbiamo risolvere la dicotomia stato-regioni e decidere se in situazioni come questa dobbiamo affidarci all'una o all"altra istituzione. Se invece debbono collaborare devono dotarsi degli strumenti idonei per farlo".