Comune in campo. Soluzione tampone pronta una casa

Il Comune apre le porte ad Alessandra Brambilla e ai suoi figli, abiteranno all’appartamento di emergenza al Centro padre Marengoni...

Il Comune apre le porte ad Alessandra Brambilla e ai suoi figli, abiteranno all’appartamento di emergenza al Centro padre Marengoni finché non si troverà un’altra soluzione. Ieri, quel poco che si è salvato dal rogo era già stato trasportato nell’abitazione del Municipio, "abbiamo fatto in modo che non rimanessero neanche una notte senza tetto sopra la testa", spiega il consigliere Adelio Limonta. Un altro pezzo della catena di solidarietà che ha lasciato senza parole innanzitutto i protagonisti di questa storia.

"Posso dire solo grazie a tutti - dice l’insegnante commossa -. In tanti mi sono stati vicini dopo la morte di Leo, ma in questa occasione ho avuto la conferma dell’affetto che ci avvolge". L’Amministrazione pensa già "a un progetto di rinascita, insieme faremo in modo di ricominciare, la situazione è delicata". In pochi minuti le fiamme hanno incenerito tutto, "ricordi, pezzi di vita, ma è grazie alla forza che ci danno tutte queste persone che siamo pronti a ricominciare", aggiunge la prof. Dopo la scomparsa del figlio, un’altra dura prova - e non ce n’era davvero bisogno - per Alessandra e i suoi ragazzi. Bar.Cal.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro