GIAMBATTISTA ANASTASIO
Cronaca

Bus privati su 7 (mini) tratte Atm

L’obiettivo è dirottare mezzi sulle linee più frequentate. Ma i passeggeri sono meno del 25% dell’era pre-Covid

Un Flixbus

Un Flixbus

Milano, 19 novembre 2020 - Per la prima volta, in questa seconda fase dell’emergenza Coronavirus, la percentuale di passeggeri a bordo dei mezzi pubblici cittadini è scesa sotto il 25% rispetto al totale dei passeggeri trasportati dagli stessi mezzi prima della pandemia. L’ulteriore riduzione si è registrata ieri e l’altro ieri. Detto altrimenti: la seconda settimana di zona rossa si è rivelata, da questo punto di vista, peggio della prima. Settimana scorsa ci si era infatti attestati al 28% dell’era pre-Covid. Dati forniti da Atm, dati che potrebbero cambiare nuovamente, stavolta aumentando, nel caso in cui da lunedì la Lombardia diventi zona arancione.

Nel frattempo Atm, nonostante il calo di passeggeri e in vista delle prossime settimane, ha scelto di servirsi degli autobus di aziende di trasporto private per coprire alcune tratte, o meglio segmenti di tratte, in modo da poter dirottare i propri bus sulle linee dove può essere utile potenziare la frequenza delle corse. Nel dettaglio, sono cinque le linee dove è possibile imbattersi in bus privati che svolgono servizio di linea per conto di Atm: la 27, la 48, la 162, la 709 e la linea 353. In tutti e cinque i casi Atm si è affidata ad Air Pullman, l’azienda dei bus che collegano la stazione Centrale di Milano con gli aeroporti di Malpensa, Orio Al Serio e Linate. E che si serve, a sua volta, anche di bus griffati “Flixbus“.

Quanto alla linea 27, il bus, da tre giorni a questa parte, si sostituisce al tram nella tratta compresa tra piazza Ovidio e viale Ungheria. Quanto alla linea 48, il tratto coperto dal bus privato per conto di Atm è quello compreso tra la stazione Lotto della M1 e della M5 e l’istituto Palazzolo-Don Gnocchi. Quindi la linea 162. In questo caso il bus garantisce il collegamento delle linee tranviarie 1 e 10, tra corso Sempione e largo Quinto Alpini. Lungo la 709, i bus di Air Pullman coprono la tratta compresa tra la stazione Cologno Sud della M2 e il quartiere di San Maurizio. Lungo la 353 il collegamento è tra la stazione M2 di Assago Nord e via del Sole, sempre ad Assago. Detto altrimenti: Atm ha scelto di affidare a bus privati soprattutto piccole tratte di superficie, quelle che, a causa di cantieri e lavori in corso, avrebbe dovuto coprire con bus sostitutivi propri.

A queste si aggiungono le due linee interne al cimitero Maggiore e al cimitero di Bruzzano, la 171 e 176, affidate interamente di nuovo ad Air Pullman, nel primo caso, e ad AMP nel secondo, per un totale di 7 linee sulle quali sono attivi operatori privati. Complicato, spiegano da Atm, pensare ad un utilizzo più ampio delle flotte private sulle linee cittadine perché i bus turistici non dialogano col sistema Atm e finirebbero, quindi, per essere bus fantasma, senza contare le differenze di comfort con gli autobus del trasporto pubblico locale, che, essendo stati concepiti per un servizio diverso, garantiscono ai passeggeri porte di ingresso più ampie, assetto ribassato per agevolare la salita a bordo e più spazio in vettura.