Quotidiano Nazionale logo
7 mag 2022

Arte e cultura Il Veneto nel calice

emanuele
Cronaca

Emanuele

Bottiroli

Un intero fine settimana per degustare i 300 vini delle cantine selezionate nella guida Vinetia.it e per scoprire gli angoli più belli di Treviso: è Vinetia Tasting – Il Veneto nel calice (www.vinetia-tasting.it), l’evento di AIS Veneto in programma sabato 14 e domenica 15 maggio nel centro storico del capoluogo della Marca. Il primo appuntamento sarà la consegna del premio ai vincitori della prima edizione del Memorial Dino Marchi, in programma il sabato alle ore 10 nel Salone di Palazzo dei Trecento. Il riconoscimento, dedicato al Presidente di AIS Veneto scomparso nel 2014, è nato con l’obiettivo di valorizzare le competenze di giovani talenti della narrativa, per diffondere la cultura del vino e del cibo attraverso la proposta di spazi di attrazione turistica nel territorio veneto. Alle 15, invece, si potrà osservare la città con altri occhi, grazie alla visita guidata alla città di Treviso e ai suoi tesori. L’appuntamento si ripeterà anche alle 11 di domenica. Sempre nel pomeriggio, a partire dalle 15.30, la Loggia dei Cavalieri ospiterà l’Anteprima di Vinetia Tasting, dove si potranno degustare i vini della guida Vinetia.it assieme ai sommelier di AIS Veneto. La prima giornata di Vinetia Tasting a Treviso si chiuderà con un esclusivo appuntamento gourmet, in cui il protagonista indiscusso sarà ancora una volta il vino: si tratta della cena Metti Vinetia a Cena, in programma alle 20 nel ristorante Ca’ dei Brittoni, al primo piano di Ca’ dei Carraresi. Domenica 15 maggio, alle 10, ci sarà l’apertura ufficiale del banco d’assaggio di Vinetia Tasting, ospitato in tre diverse sedi: la Loggia dei Cavalieri, il Museo di Santa Caterina e il Salone Borsa Merci della Camera di Commercio di Treviso e Belluno. Alla stessa ora è in programma un appuntamento imperdibile per gli appassionati di storia dell’arte: a Palazzo Giacomelli si terrà la conferenza L’arte di raccontare il vino: dal baccanale alla Santa Agricoltura. L’incontro ha lo scopo di narrare il vino attraverso la pittura e il romanzo, in un percorso ideale che si svolge in parallelo con la storia della Serenissima e sconfina ai giorni nostri attraverso un alfabeto composto da luci, colori e pennellate.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?