Milano, 21 ottobre 2019 - Maltempo a Milano e in tutta la provincia: forte pioggia con tuoni e fulmini nella notte tra domenica e lunedì e questa mattina sulla città.

Da ieri è stato disposto il monitoraggio dei livelli dei fiumi Seveso e Lambro. Secondo quanto ha fatto sapere l'Assessore alla Mobilità e ai Lavori Pubblici del Comune di Milano Marco Granelli, dopo un primo allarme delle 6.52, i livelli dei due fiumi sono andati in discesa verso le 7.30. Più a rischio esondazione il Seveso, che si trova alla cosiddetta 'soglia di attesa 2' - con diverse zone a rischio, in particolare la 2 e la 9: i quartieri Isola, viale Zara e piazzale Istria.  La pioggia che continua a cadere in Brianza fa prevedere l'arrivo nelle prossime ore di una possibile seconda ondata di piena. È sotto osservazione anche il fiume Lambro, nella zona nord-est della città, che però al momento non sembra destare preoccupazione. In allerta le squadre di Protezione civile e le pattuglie della Polizia locale. Anche la squadra del servizio idrico di MM è pronta a intervenire in caso di necessità.  

Moltissimi gli interventi dei vigili del fuoco e della polizia locale per sottopassi e scantinati allagati, mentre in tante strade e piazze si sono accumulati diversi centimetri di acqua. Molti anche i semafori spenti e i rami caduti sulle carreggiate, oltre a un albero in viale Elvezia. A causa del maltempo le strade sono molto trafficate - più dei soliti giorni e del lunedì quando vi è la piena ripresa del lavoro - e si sono sono formate lunghe code di macchine in più punti del capoluogo. Inoltre, cinque scuole dell'infanzia sono rimaste chiuse a causa di infiltrazioni: si tratta degli istituti Adriano, Fortis, Cesari, Meleri e Parenzo.

false

Tra i disagi per i passeggeri e gli studenti anche la temporanea interruzione di una tratto della seconda linea metropolitana, la Verde, ma non per la pioggia. Un treno ha avuto problemi alla stazione Gioia e, dalle 7.20 alle 7.55, la circolazione è stata bloccata fra le stazioni di Caiazzo e Cadorna. Tutto però è poi rapidamente tornato alla normalità. Atm segnala ritardi e rallentamenti e deviazioni su diverse linee di superficie. Il maltempo sta provocando allagamenti della sede ferroviaria. La circolazione ferroviaria è sospesa tra Cassano e Arquata Scrivia/Novi Ligure, con l'interruzione di conseguenza della circolazione sulla linea ferroviaria tra Genova e Milano e di quella tra Genova e Torino. 

Il Comune ha attivato l'allerta fino al tardo pomeriggio, quando potrebbe esserci un'altra ondata di intensificazione delle precipitazioni. La disposizione fa seguito al passaggio dell'allerta regionale da codice giallo ad arancione.

false

GRIMOLDI: "GOVERNO SI SVEGLI" - "Segnaliamo a Roma, al Governo rinchiuso nel Palazzo a scrivere e riscrivere la sua manovra economica stile tela di Penelope, che da ieri il territorio lombardo è flagellato da bombe d'acqua e trombe d'aria con danni ingenti alle strade e alle linee ferroviarie, in tutte le province, ma in particolare a Milano, allegata dalle esondazioni di Lambro e Seveso, e nelle province di Bergamo e Lecco dove ci sono frane e smottamenti. Non solo, Coldiretti segnala danni alle coltivazioni. Come Lega ci mettiamo tutti a disposizione, parlamentari, amministratori locali, militanti, per dare tutto il supporto necessario ai nostri territori, ma pretendiamo che da Roma qualcuno si svegli, magari quell'unico ministro lombardo dell'Esecutivo, finora mai pervenuto, e che il Governo si attivi per dare ogni aiuto possibile alla Lombardia e ai suoi Comuni, perché non siamo solo un bancomat da spremere a suon di tasse.Non vogliamo comunicati stampa di solidarietà, vogliamo misure concrete, vogliamo risorse e aiuti per i nostri enti locali". Così Paolo Grimoldi, deputato della Lega e segretario della Lega Lombarda.

 

Le previsioni meteo

Sulla Lombardia è attiva una circolazione depressionaria molto vasta di origine atlantica. Le correnti umide associate, provenienti dai quadranti meridionali, interesseranno la regione portando precipitazioni sui rilievi a fasi alterne fino a lunedì, mentre in pianura le piogge risulteranno più discontinue e deboli. Temperature in lieve aumento con neve sulle Alpi solo a quote intorno ai 3000 metri.