Aiuola in Piazza Duomo, lo sponsor va oltre i 500mila euro

Ermenegildo Zegna sponsorizza l'aiuola di Piazza Duomo a Milano con oltre mezzo milione di euro, superando la concorrenza. Il progetto ambientale si ispira a un dipinto di Dino Buzzati e promuove il rispetto della biodiversità e dell'ecosistema.

Aiuola in Piazza Duomo, lo sponsor va oltre i 500mila euro

Aiuola in Piazza Duomo, lo sponsor va oltre i 500mila euro

Alla fine la sponsorizzazione di Ermenegildo Zegna per la nuova aiuola in Piazza Duomo andrà oltre il mezzo milione di euro: per la precisione la spesa indicata in una determina comunale parla di 501.388 euro. La cifra inizialmente prevista, lo scorso novembre, per il nuovo verde nel cuore della città, per i prossimi tre anni, era di 456.844 euro.

Addio a palme e banani sponsorizzati Starbucks, dunque. Dopo sei anni, l’aiuola di Piazza Duomo, quella sul lato ovest, alle spalle del monumento dedicato a Vittorio Emanuele II, cambierà volto e accoglierà canfore, rododendri e fiori bianchi del filadelfo. Un progetto ambientale che, dal punto di vista visivo, prende spunto da un dipinto di Dino Buzzati e, dal punto di vista economico, è finanziato dal marchio di alta moda Ermenegildo Zegna, pronto a sborsare 456.844 euro per l’installazione e la manutenzione dell’aiuola per i prossimi quattro anni. Nell’avviso pubblico lanciato dal Comune per la nuova aiuola, Zegna ha avuto un’unica rivale, la società 3Bee, che però si è limitata a un’offerta economica di 83.750 euro. Ma i criteri che hanno guidato la commissione tecnica municipale formata anche da un rappresentante della Soprintendenza non erano solo economici, ma anche qualitativi: il progetto di Zegna ha ottenuto un punteggio complessivo maggiore di quello di 3Bee. La nuova aiuola sarà caratterizzata da una struttura di base permanente composta da quattro boschetti sempreverdi e frondosi di canfore a cespuglio di diverse età.

Imperniato sul rispetto della biodiversità e dell’ecosistema, il nuovo disegno delle aiuole punta a promuovere il rapporto fra le persone e la natura nel rispetto delle esigenze monumentali, simboliche e estetiche del luogo. Per questo si ispira al dipinto del 1957 di Dino Buzzati “Piazza del Duomo di Milano”, opera in cui lo scrittore, che fu anche artista figurativo, trasforma la piazza in un paesaggio alpino, le guglie della Cattedrale in cime montuose e la pavimentazione in una prateria. Le aiuole di Piazza Duomo firmate da Zegna verranno ufficialmente donate alla città in occasione del Salone del Mobile 2024.

M.Min.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro