Un ombrello per ripararsi dal sole: caldo africano in  Italia
Un ombrello per ripararsi dal sole: caldo africano in Italia

Chi l'ha vissuta, non l'ha più dimenticata: l'estate 2003 è stata una stagione da record sul fronte delle temperature: caldo (anzi, caldissimo) e afa attanagliarono l'Italia da Nord a Sud. Un record che si credava (sperava) di non poter battere. Ma che ora vacilla. Salutato  il solstizio d'estate, sul Bel Paese si sta abbattanedo la prima vera ondata di caldo africano. E secondo gli esperti le temperature che verranno raggiunte nei prossimi giorni in molte città batteranno i record proprio di quella infuocata estate 2003. I

l sito IlMeteo.it segnala che la presenza dell'anticiclone sub-tropicale si farà via via più forte e potente. La conseguenza diretta sarà l'aumento sensibile delle temperature. I valori massimi, su gran parte delle città del Sud e su alcune del Centro e rispetto allo stesso periodo di giugno 2003, saranno superiori di circa 8-11 gradi. Per fare qualche esempio citato dai meteorologi Foggia raggiungerà 44 gradi, Catanzaro 41, Siracusa addirittura 45, Fermo e Ascoli Piceno potranno raggiungere picchi di 40 gradi, 37-38 a Perugia e a Campobasso. Gran caldo comunque anche sul resto d'Italia: dalla Toscana (37-38 gradi a Firenze)  a Roma (35), dall'Emilia (Bologna e Ferrara sono date a 36 gradi), al Veneto (34 gradi in molte città). Ma picchi di caldo sono previsti anche in Abruzzo, in Sardegna e sulla Lombardia orientale. Questa ondata di calore africano potrebbe attenuarsi solamente nel prossimo weekend, tra il 26 e il 27 giugno, ma probabilmente non su tutte le regioni. 

Le regole per affrontare le temperature sono sempre le stesse: evitare di uscire nelle ore più calde della giornata, ove possibile, e idratarsi molto, bevendo acqua fresca ma non gelata.