L'avventura di Renato Cioffi al Mantova sembra sia giunta al capolinea dopo una stagione

Mantova, 16 maggio 2018 - La stagione del Mantova si è chiusa nel peggiore dei modi. La secca sconfitta (5-2) patita con l'Arzignano ha posto fine prima del previsto al cammino dei biancorossi ed ha aperto anzitempo una fase di progettazione per la quale la società di viale Te non sembra avere ancora definito in modo specifico i suoi programmi. I punti fermi in questi giorni così "caldi" non sono molti, ma pongono in primo piano l'ormai assodata consapevolezza che la formazione virgiliana il prossimo anno dovrà ripartire ancora dalla serie D.

Il sogno del ripescaggio è svanito con l'eliminazione nella semifinale dei play off e con l'approdo in finale di diversi nomi illustri che, a questo punto, sono davanti ai biancorossi nell'ipotetica graduatoria dei ripescaggi. In questo momento, però, ci sono questioni che preoccupano ancora di più i tifosi e riguardano innanzitutto quella che sarà la composizione della società e il sempre più probabile addio di Renato Cioffi. Per quel che riguarda il primo "capitolo", entro l'inizio della prossima settimana il quadro dovrebbe venire definito, così come dovrebbero venire spiegati i programmi che il sodalizio cercherà di raggiungere. E' chiaro che un altro anno in D avrà le sue conseguenze sui costi necessari per costruire una rosa vincente e sull'organigramma societario (che potrebbe perdere qualche "petalo" rispetto all'attuale, nutrita composizione).

Lo stesso Di Tanno ha rimandato il tutto ribadendo la sua intenzione di far sentire la sua voce a giugno, mentre Dana e il suo gruppo (sono attesi i 155.000 euro che sanciranno in modo definitivo il loro ingresso) stanno cercando di indirizzare i programmi societari nel verso voluto. A rendere il tutto ancora più complicato c'è poi la questione tecnica. La secca sconfitta patita ad Arzignano dovrebbe essere stata l'ultima partita di Renato Cioffi sulla panchina virgiliana. Il tecnico, sostanzialmente, ha operato bene e gode di un certo credito in diverse società della categoria, ma sembra che il suo futuro sia lontano da Mantova. In molti preannunciano l'arrivo come allenatore di Manuel Spinale, bandiera biancorossa che avrebbe sicuramente il gradimento della piazza e che precede nelle ipotesi un'altra icona virgiliana come Gabriele Graziani e una figura interessante come Nicola Campedelli. Un'altra delle tante, importanti questioni da chiarire in fretta.