Mister Morgia crede nello spirito e nelle qualità del gruppo che sta prendendo forma
Mister Morgia crede nello spirito e nelle qualità del gruppo che sta prendendo forma

Mantova, 6 settembre 2018 - Il Mantova è pronto ad entrare nel vivo del suo cammino stagionale. Domenica al "Martelli" i biancorossi ospiteranno il Pergocrema in una gara ad eliminazione diretta valida per i trentaduesimi di Coppa Italia, mentre la seguente domenica 23 saranno di scena in casa della Virtus Bergamo per la prima giornata di Campionato. Un torneo che mette in palio un solo, ambitissimo biglietto per salire in serie C e che chiamerà la formazione allenata da Massimo Morgia a fare i conti con rivali più che temibili come Rezzato, Pro Sesto e Como (che si contendono un posto nella prima fila dei pronostici anche se i lariani potrebbero ancora accedere direttamente alla categoria superiore attraverso i pronunciamenti dei tribunali).

L'esordio davanti al proprio pubblico per i virgiliani è fissato per il 23 settembre, quando per la seconda giornata arriverà al "Martelli" un avversario da prendere con le molle come la Caronnese, indicato da qualche addetto ai lavori come una possibile sorpresa del raggruppamento. Per il momento la marcia di avvicinamento a questi appuntamenti prosegue nel verso giusto per il Mantova, capace di superare il primo turno di Coppa Italia e alla ricerca di una conferma nel secondo: "Dobbiamo ancora migliorare su tanti aspetti - è la sintesi di Mister Morgia che sottolinea comunque un aspetto del lavoro fin qui portato avanti insieme ai suoi giocatori - Sta comunque prendendo forma un gruppo davvero unito e compatto e questo è fondamentale per raccogliere i risultati voluti. I giocatori si sono dimostrati disponibilissimi sin dal primo giorno e stanno assumendo la giusta mentalità. E' questo spirito che ci può permettere di superare le difficoltà che incontreremo". Difficoltà ribadite dal ds Emanuele Righi, che ha sottolineato: "Il girone B è davvero molto duro. Ci sono squadre che puntano in alto e sono molto competitive. Noi vogliamo giocare le nostre carte sino alla fine, ma dovremo dare sempre il massimo con continuità e determinazione".