Mister Brando sta cercando di presentare domani una squadra nelle migliori condizioni
Mister Brando sta cercando di presentare domani una squadra nelle migliori condizioni

Mantova, 2 novembre 2019 - Domani il Mantova, dopo due trasferte consecutive, tornerà a giocare al “Martelli”. L’intento è quello di festeggiare questo ritorno a casa con tre punti sonanti contro il Mezzolara, ma il tecnico Lucio Brando mette in guardia contro le insidie che certamente gli emiliani sapranno proporre: “E’ una squadra temibile e veloce, la conosco bene – spiega il mister virgiliano – In questo inizio di stagione ha fatto tanti punti e si trova in una posizione di alta classifica. E’ una formazione organizzata, giovane e che si fa valere sotto il profilo della corsa, caratteristiche che ci possono mettere in grande difficoltà. In attacco, inoltre, ha giocatori forti ed ha mantenuto l’ossatura e l’allenatore degli anni scorsi, anche se ha cambiato modulo. Non è una compagine che punta solo sulle ripartenze, ma predilige impostare il gioco. Con il Franciacorta ha appena subito un poker, ma si tratta di un risultato bugiardo, dovremo dare il massimo per riuscire ad ottenere un’altra vittoria casalinga”.

Un intento che passa attraverso qualche preoccupazione di troppo in chiave infortuni. Domani, infatti, Lucio Brando non avrà a disposizione Giorgi, Serbouti, Mascari e, salvo improbabili recuperi dell’ultimo istante, Carnicelli. Gli ultimi due si sono fermati durante l’amichevole infrasettimanale giocata a Mozzecane, in terra veronese. Potrebbe invece essere “arruolabile” Pavan, che in settimana si è allenato poco a casa di un attacco influenzale. Tutto questo per una situazione che chiama a riflettere l’allenatore biancorosso soprattutto su due aspetti, visto che, assodata la base del consueto 4-3-3, resta da vedere quale sarà il terzetto migliore per il centrocampo e come si potrà gestire la questione degli under, “appesantita” dall’assenza di Mascari e Carnicelli. In avanti il trio dei bomber (Altinier, Scotto e Guccione) è pronto a rispondere alla chiamata del tecnico, ma la situazione rimane più in evoluzione in mezzo al campo, dove D’Iglio e Valentini sembrano in vantaggio per una maglia da titolare, ma ci sono ancora diverse “formule” sul tavolo, compresa la soluzione di spostare Finocchio a centrocampo che è stata provata in settimana con il Mozzecane e sembra avere soddisfatto mister Brando. Per il resto, sarà appunto la disponibilità dei giovani a determinare le scelte dell’allenatore di un Mantova che, nonostante le insidie proposte da un Mezzolara che non vuole rimanere a mani vuote, deve riprendere a correre a pieni giri per cercare di allungare in vetta alla classifica di un girone D che prosegue ancora il suo cammino all’insegna dell’equilibrio.