Contatori

Lecco, 31 gennaio 2018 – E' nata la multiutility del nord Lombardia, in cui confluiranno le lecchesi Lario reti gas ed Acel service insieme ad altre società. Il primo socio del gruppo sarà proprio Lario reti holding che deterrà infatti una quota azionaria pari del 23,05%, seguito dal Comune di Monza con il 10,53%, dal Comune di Como con il 9,61% e dai Comuni di Sondrio e Varese rispettivamente con il 3,3 e l'1,91%. Il partner industriale A2A si stabilizzerà invece al 38,91% e il flottante intorno al 13%. A fronte di questa importante presenza nel capitale sociale, la provincia di Lecco vedrà corposi investimenti sul proprio territorio, stimati nell'ordine dei 140 milioni di euro entro il 2021.

I VANTAGGI - Per il territorio lecchese, l’aggregazione offre la possibilità di raggiungere quelle nuove tecnologie, dimensioni e know-how necessari al consolidamento della distribuzione del gas naturale e della vendita di energia e gas naturale – settori attualmente presidiati da Lario reti gas e Acel service – ed allo sviluppo nelle nostre città dei nuovi concetti di illuminazione pubblica, smart city, efficientamento energetico e mobilità elettrica. Inoltre, la creazione di un gruppo di dimensioni considerevoli, il settimo a livello nazionale, consentirà di competere con maggior successo nelle gare di affidamento dei servizi di distribuzione, di affrontare le sfide poste dagli altri operatori di vendita, oltre che di applicare logiche di riduzione dei costi derivanti dall’ottimizzazione dei processi e dei sistemi. Ad esempio, avere una sola centrale di acquisto per le materie prime, tra cui gas naturale ed energia, consentirà di ridurre i costi di approvvigionamento rispetto a quelli attuali.

I NUOVI SERVIZI - I nuovi servizi che verranno introdotti in nel Lecchese riguarderanno lo sviluppo dell’illuminazione pubblica e del concetto di smart city, le attività di gestione del calor ed efficientamento energetico nonché la mobilità elettrica.

Grazie alla creazione del nuovo gruppo, know-how e tecnologia saranno a disposizione per sviluppare un modello di città che risponda in modo intelligente ed efficace alle eterogenee esigenze del territorio e dei cittadini, valorizzando l’esperienza delle società che confluiranno nel nuovo gruppo. Gli obiettivi per questo settore sono lo sviluppo dell’illuminazione pubblica con la presa in carico della gestione di una quota importante dei punti luce in provincia, insieme all'integrazione in questi punti luce di strumenti che serviranno a dotarli ditecnologie smart, rendendoli nel contempo più efficienti e sostenibili grazie ai minori consumi ed alla maggior durata delle lampade a led.

Con lo sviluppo della gestione del calore e dell'efficientamento energetico si prevede la possibilità di creare offerte per i cittadini e le aziende relative alla gestione ottimizzata del calore, alla micro cogenerazione di calore ed al recupero di calore dai processi produttivi. L’efficientamento degli edifici – in primis quelli pubblici – avverrà tramite la manutenzione e l'installazione di infissi, cappotti termici, caldaie e lampadine a led. Grazie a questi investimenti si otterrà una riduzione dei consumi medi di gas ed energia di circa il 45%, con picchi fino al 60% a seconda della tipologia di edificio.

La mobilità elettrica è ormai una realtà in gran parte d’Europa e anche in provincia di Lecco si prevede la creazione di infrastrutture, come le colonnine per la ricarica delle auto, a supporto dello sviluppo del settore. Le stazioni di ricarica la cui costruzione è prevista nel lecchese entro il 2021 potranno erogare, ciascuna, fino a 1.000 ricariche all’anno.