I Ragni piangono Peppo Ferranti, scalò il Cerro Torre

Giuseppe "Peppo" Ferranti è morto sabato a 96 anni, nel giorno dell’anniversario di una delle imprese più emozionati del Gruppo...

I Ragni piangono Peppo Ferranti, scalò il Cerro Torre
I Ragni piangono Peppo Ferranti, scalò il Cerro Torre

Giuseppe "Peppo" Ferranti è morto sabato a 96 anni, nel giorno dell’anniversario di una delle imprese più emozionati del Gruppo Ragni di Lecco, di cui era decano: la prima salita della parete ovest del Cerro Torre, in Patagonia. Con la sua passione e competenza, è stato un punto di riferimento negli anni Cinquanta e Sessanta: non solo per le imprese alpine – dalle Tre Cime di Lavaredo a alle Torri del Vajolet o il Monte Rosa, solo per citarne alcune - ma anche come guida e soccorritore. I funerali sono stati celebrati ieri a Malgrate, dove viveva. La tessera del Cai di Ferranti porta la data del 1950, e il suo ingresso nei Ragni, i "maglioni rossi", era avvenuta sei anni dopo, per poi specializzarsi in guida alpina e soccorritore del Soccorso alpino. Destino ha voluto che si sia spento esattamente cinquant’anni dopo l’epica impresa del 13 gennaio del 1974, quando, come raccontano gli stessi Ragni, "alle 17,45 ora locale della Patagonia, Casimiro Ferrari, Mario Conti, Pino Negri e Daniele Chiappa, si abbracciavano sulla vetta del Torre". Pa.Pi.