Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
17 nov 2022
17 nov 2022

Marcel Proust, cent'anni fa la morte: a Parigi mille eventi alla ricerca del tempo perduto

Mostre, conferenze, spettacoli, letture, docufilm e persino le madeleine da assaggiare:in ricordo del poeta scomparso il 18 novembre 1922 a 51 anni

17 nov 2022
"Scrivere un romanzo o viverne uno non è affatto la medesima cosa. E tuttavia la nostra vita non è separata dalle nostre opere", scrive Marcel Proust che in quell’immensa cattedrale della memoria che è la Recherche  si perde e vive.  Nei sette volumi della sua opera, 'Alla ricerca del tempo perduto',  fa muovere come su un palcoscenico tutti i protagonisti della Parigi mondana che frequenta da sempre, nato in una famiglia borghese, ricca anche di cultura. L’asma lo tormenta fin da piccolo, facendogli sviluppare un’ipersensibilità che la madre condivide in un rapporto morboso: evocative e affascinanti sono le pagine in cui il protagonista della Recherche attende con ansia a letto che la madre arrivi a dargli il bacio della buonanotte. Così, alla morte della genitrice, Marcel si ritira in un isolamento quasi patologico e inizia la febbrile stesura del suo unico, immenso romanzo che molti, troppi citano senza averlo letto.  Nell’ottobre del 1922 si ammala di bronchite, ma rifiuta le cure per finire il settimo volume della sua opera, “La fuggitiva”. Quando l’ultima pagina è scritta, il suo autore muore. È il 18 novembre 1922. (Afp)
Marcel Proust morì il 18 novembre 1922 per una bronchite mal curata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?