Quotidiano Nazionale logo
20 gen 2022

Pedemontana, pedaggio senza casello? "E' lecito, bocciati tutti i ricorsi"

Disco rosso dell’Autorità per la concorrenza  alle proteste degli automobilisti ignari di dover pagare 

Autostrada Pedemontana
Autostrada Pedemontana

Milano, 20 gennaio 2022 -  L'autostrada Pedemontana lombarda può continuare a far pagare i pedaggi agli utenti senza la presenza fisica del casello. E' quanto ha stabilito l'autorità per la concorrenza (Agcm) esaminando e respingendo molti ricorsi del triennio maggio 2018-maggio 2021. La società dovrà, però, migliorare la comunicazione agli utenti. ricorsi erano stati presentati da automobilisti sprovvisti di Telepass che si erano visti recapitare una sanzione per mancato pagamento del pedaggio. La protesta si era inasprita specialmente nei casi di chi aveva ricevuto solleciti di pagamento con notifiche costose o addirittura raccomandate di recupero crediti non sapendo di aver percorso tratte a pagamento, data l'assenza dei caselli fisici.

Pagamento Pedemontana

Ma come funziona il pagamento della Pedemontana A36 (Cassano Magnago-Lentate sul Seveso) e delle Tangenziali di Varese e Como? Un sistema di telecamere calcola in automatico il pedaggio corrispondente alla targa. Chi ha il Telepass paga automaticamente, senza dover far nulla. Gli altri hanno quindici giorni di tempo per regolarizzare il pedaggio, pagando online, ai punti di assistenza, agli sportelli bancomat, con un borsellino elettronico ricaricabile o collegando la targa al conto corrente o alla carta di credito.

Sì al pedaggio

L'Agcm ha chiesto un parere all'Autorità di regolazione dei Trasporti, che ha però ribadito di riconoscere la "peculiarità" della riscossione operata da Pedemontana, che si è anche difesa in una memoria depositata a Agcm a giugno scorso. Il sistema di esazione, "Free Flow Multi Lane (FFML)", che consente "la commisurazione dell'importo del pedaggio in base all'effettivo utilizzo dell'infrastruttura, evitando il ricorso a caselli e barriere fisiche, sia all'ingresso sia in uscita", è realizzata - si legge nella 'sentenza' Agcm che riprende un parere dell'autority per i Trasporti- "in conformità alle prescrizioni formulate dal Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE), competente ad approvare- ai sensi della legge 443/2001- il programma di realizzazione delle infrastrutture pubbliche di preminente interesse nazionale". Lo stesso sistema tariffario è stato approvato dall'Autorità di regolazione dei trasporti con la delibera 106/2020.

Cartelli esplicativi 

In compenso arrivano una serie di prescrizioni obbligatorie da parte di Agcm alla società controllata da Regione Lombardia riguardo i cartelli esplicativi “Autostrada a pedaggio senza barriere-pagamento entro 15 giorni” all’ingresso delle rampe e diciture del tipo “Pagamento pedaggio a cura degli utenti entro 15 giorni” e “Modalità pagamento sito internet Pedemontana” sui pannelli luminosi sovrastanti l’autostrada. Per "consentire agli utenti di avere una più evidente percezione di intraprendere un’autostrada a pedaggio senza barriere". Non solo, il secondo avviso agli utenti (oneroso) dovrà essere inviato dopo sessanta e non più novanta giorni dalla prima richiesta di pagamento. Ciò si tradurrà in notifiche meno costose.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?