Giornata della Montagna, in Lombardia 170 rifugi e 890 malghe tutelano il territorio montuoso

I rilievi oltre i 700 metri caratterizzano il 40% del suolo regionale: si arriva al 53% con le aree collinari. A vivere sulle Alpi è il 32% dei lombardi

Rifugi e malghe sono presidi di difesa della montagna

Rifugi e malghe sono presidi di difesa della montagna

Milano, 11 dicembre 2023 – In occasione della Giornata internazionale della Montagna che ricorre l'11 dicembre, si è costituito a livello nazionale il Gruppo di Lavoro sulle Montagne, nato su iniziativa del Dipartimento scienze del sistema terra e tecnologie per l'ambiente del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Dsstta), e al quale partecipano otto suoi Istituti e due Istituti dei Dipartimenti Medicina e Agro-Bioalimentare, nonché i rappresentanti dell'Ente nell'Accordo CAI-Cnr, nel cui ambito è stato avviato il progetto “Rifugi Sentinella del clima e dell'ambiente”.

Lombardia in rilievo: 53%

Anche Coldiretti Lombardia sottolinea l’importanza dei rifugi e delle malghe, molti dei quali sono “agriturismi” dove si può soggiornare e dove si produce ciò che si mangia, come presidi di tutela del territorio. 

In base ai dati regionali forniti da Coldiretti Lombardia il territorio lombardo, pari a 23.862 chilometri quadrati, è caratterizzato da una compresenza di aree montuose (40,5%) che, se sommate alle aree collinari (12,4%), rappresentano quasi il 53% della superficie complessiva.

Il 32% della popolazione lombarda è concentrata nelle aree montane. Su undici siti Unesco Lombardia, cinque sono localizzati in aree montane, dove si trovano anche otto parchi regionali di grande pregio ambientale e naturalistico. Sulle montagne lombarde sono presenti oltre 170 rifugi e circa 890 malghe, imprescindibili punti di riferimento e di appoggio per chi attraversa i sentieri montani. Inoltre - spiega la Coldiretti Lombardia su dati Istat - il 30% degli agriturismi ideali per uno o più giorni di vacanza tra enogastronomia, natura e benessere alla scoperta del territorio montano.

Approfondisci:

Bormio in festa tra mercatini e l’arrivo di Babbo Natale. Poi il Capodanno sulle piste e il gioco del Gabinàt

Bormio in festa tra mercatini e l’arrivo di Babbo Natale. Poi il Capodanno sulle piste e il gioco del Gabinàt
Approfondisci:

Sciare in Lombardia, lezioni e skipass a cinque euro: tutte le offerte della Regione

Sciare in Lombardia, lezioni e skipass a cinque euro: tutte le offerte della Regione

Oltre 500 agriturismi in montagna

La Lombardia può contare – precisa la Coldiretti regionale su dati Istat – su oltre 500 agriturismi situati in montagna, il 45% dei quali condotto da donne: tutti questi svolgono una funzione centrale per la tutela del territorio e la difesa della biodiversità a sostegno del turismo sostenibile. L’agriturismo – spiegano Terranostra e Campagna Amica – è la struttura turistica più integrata nel territorio montano, del quale segue i ritmi con l’attività di coltivazione e di allevamento e ne tutela l’identità anche nell’offerta enogastronomica, dai formaggi ai salumi fino ai vini.

Natale nei Beni Fai: ecco dove