La Cremonese e il "nodo" del mercato di chi ha chiesto di andarsene

A pochi giorni dalla prima di campionato, la società deve risolvere la posizione di diversi giocatori, a cominciare da tre pedine importanti come Okereke, Valeri e Pickel che sembrano con la valigia in mano

l'attaccante nigeriano Okereke
l'attaccante nigeriano Okereke

Cremona, 16 agosto 2023 – Mancano solo tre giorni alla prima partita di Campionato (sabato 19 agosto arriverà allo “Zini” il Catanzaro per dare il via alla serie B) e la Cremonese è ripiombata, in modo tanto improvviso quanto inatteso, in pieno mercato.

Gli addetti ai lavori a lungo hanno sottolineato l’ottimo lavoro della società grigiorossa nelle varie contrattazioni, ma nelle ultime ore sono letteralmente esplose alcune situazioni che devono essere risolte in fretta se non si vuole correre il serio pericolo di ostacolare in modo preoccupante il lavoro di mister Ballardini e del suo gruppo.

Proprio l’allenatore ravennate prima del match di Coppa Italia con il Cosenza ha lanciato una sorta di allarme, sottolineando che l’organico attuale dev’essere ridotto e che deve scendere in campo chi è pienamente coinvolto nel progetto della Cremonese.

Parole che hanno anticipato la richiesta, per molti aspetti clamorosa, di Okereke di non giocare con i calabresi. L’attaccante nigeriano, in effetti, ha sperato a lungo di poter rimanere in serie A ed ora è allettato dalle sirene che giungono dall’estero. La sua avventura a Cremona è dunque giunta al termine, ma, a dire il vero, il sodalizio di via Postumia, almeno per il momento. Non ha ancora ricevuto nessuna offerta ufficiale pe ril suo giocatore. Si parla con insistenza dei turchi del Besiktas, ma, in ogni caso, sembra che la strada per trovare la giusta soluzione possa essere ancora lunga. Proprio come sta accadendo, seppur con diverse modalità, con Valeri, passato in poche settimane da protagonista in serie A a semplice riserva in B. Con il Crotone mister Ballardini ha puntato ancora su Quagliata e pare che il terzino sinistro che si è fatto ammirare nella massima divisione sia destinato ad un ruolo da comprimario nell’imminente torneo cadetto. Un ruolo senza dubbio troppo stretto per Valeri, così come rischia di accadere per Pickel.

Il centrocampo grigiorosso è ricco di alternative, ma lo svizzero, proprio come ha dimostrato andando subito in gol appena entrato in campo con il Cosenza, dispone di qualità importanti. Doti che meriterebbero la prima fila anche se sembra che Ballardini stia disegnando il reparto con altri interpreti. Una scelta che potrebbe aprire le porte di un trasferimento all’estero per Pickel, che vanta diversi estimatori in Germania. Sono però diverse le posizioni da verificare a poche ore dal via del Campionato in casa grigiorossa (da Buonaiuto a Milanese, da Aiwu a Ndiaye). Altre, possibile partenze che potrebbero far presentare la formazione di Ballardini ai nastri di partenza certamente più “snella”, ma anche bisognosa dell’inserimento di qualità che in questo modo potrebbero venire a mancare.  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su