Fabio Pecchia, nuovo tecnico della Cremonese
Fabio Pecchia, nuovo tecnico della Cremonese

Cremona, 17 gennaio 2021 - Buona la “prima” per Fabio Pecchia con la Cremonese. La squadra grigiorossa si impone infatti nel duello diretto in casa del Pescara e conquista con due gol nella ripresa tre punti che valgono letteralmente oro che riflettono “nuova luce” sul prosieguo della stagione. Il nuovo tecnico per l’esordio sulla panchina cremonese punta sul 4-2-3-1, con i neo-acquisti Carnesecchi e Bartolomei subito titolari e il ritorno di Strizzolo, quale punto di riferimento avanzato. Per il resto difesa a quattro, con Castagnetti affiancato all’ex spezzino Bartolomei quale “muro” davanti al pacchetto arretrato, con il duplice compito di filtrare le offensive avversarie e di far ripartire la manovra degli ospiti. Nonostante l’importanza della posta in palio, le due contendenti, ben decise ad allontanarsi dalle posizioni a rischio della classifica, si mostrano subito propositive. Al 2’ Celar tenta la prima conclusione della partita e Galano risponde immediatamente per gli abruzzesi.

Il punteggio rimane immutato e anche i successivi capovolgimenti di fronte non riescono ad infrangere lo 0-0 iniziale. Il nuovo arrivato Bartolomei trasmette subito ordine ed equilibrio al gioco dei grigiorossi e il delicato confronto prosegue all’insegna dell’equilibrio. Prima del riposo gli ospiti provano il tiro con Valzania, mentre sono più insidiosi i padroni di casa che al 35’ vedono deviare in angolo da Valeri una conclusione di Omeonga che pareva ormai destinata in rete. Il primo tempo si chiude sullo 0-0 e la ripresa si apre con l’ingresso di Ciofani al posto di Strizzolo. Dopo 3’ la formazione di Pecchia chiama ad un non facile lavoro Fiorillo per respingere le conclusioni di Celar e Valeri, mentre il tocco finale di Ciofani viene vanificato dal fuorigioco.

L’ex attaccante del Frosinone ha però modo di rifarsi al 16’, quando, dopo una pregevole sventola di Valeri terminata di poco a lato, riesce a deviare un profondo servizio dello stesso terzino cremonese di quel tanto che basta per mandare la sfera alle spalle di Fiorillo. Il Pescara cerca di organizzarsi per una pronta reazione, ma dopo soli 5’ Valzania lancia Zortea che pennella un invitante cross verso l’area biancazzurra, dove Jaroszynski, nel tentativo di allontanare, infila il proprio portiere. Il raddoppio rappresenta una preziosa iniezione di sicurezza per i grigiorossi, che assumono con convinzione le redini dell’incontro e si rendono ancora minacciosi con Celar prima e poi con Gaetano, che alla mezzora sigla un gol che viene subito annullato per fuorigioco. Gli abruzzesi cercano di mantenere aperta la gara, ma non riescono a minacciare la rete difesa da Carnesecchi e la punizione battuta in pieno recupero da Memushaj è troppo poco per rimettere in discussione il fondamentale successo con il quale si apre l’avventura di Fabio Pecchia alla guida della Cremonese.


PESCARA-CREMONESE 0-2 (0-0)

Pescara (3-5-2): Fiorillo 6,5; Guth 6, Valdifiori 6, Jaroszynski 6; Omeonga 6, Busellato 6 (29’ st Machin 6,5), Memushaj 6, Maistro 6 (19’ st Fernandes 6), Masciangelo 6,5 (19’ st Crecco 6); Galano 6 (12’ st Vokic 6), Ceter 6,5. A disposizione: Alastra; Nzita; Longobardi; Fernandes; Diambo; Bocic; Arlotti; Capone; Blanuta. All: Roberto Breda 6.
Cremonese (4-2-3-1): Carnesecchi 6; Zortea 6,5, Bianchetti 6, Ravanelli 6, Valeri 6,5; Bartolomei 7 (42’ st Gustafson sv), Castagnetti 6,5; Pinato 6 (11’ st Gaetano 6,5), Valzania 6,5, Celar 6 (29’ st Nardi 6); Strizzolo 6 (1’ st Ciofani 6,5). A disposizione: Alfonso; Volpe; Bia; Ghisolfi; Girelli. All: Fabio Pecchia 7.
Arbitro: Federico La Penna di Roma 6.
Reti: 16’ st Ciofani; 21’ aut. Jaroszynski.
Note: ammoniti: Jaroszynski; Gaetano; Castagnetti - angoli: 5-1 - recupero - 1’ e 4’ – la gara si è giocata a porte chiuse.