Olgiate Comasco, il sindaco apre lo spazio aereo a Babbo Natale: “Lo autorizzo ad atterrare”

L'ordinanza autorizza anche le otto renne e gli elfi di Babbo Natale. Bandito invece il sorvolo ai personaggi cattivi. E fa un appello ai bambini

Babbo Natale (Foto archivio)

Babbo Natale (Foto archivio)

Olgiate Comasco (Como), 23 dicembre 2023 – Babbo Natale la notte di Natale può volare nei cieli di Olgiate Comasco e può atterrare in paese per portare i regali ai bambini. Il sindaco Simone Moretti gli ha ufficialmente aperto lo spazio aereo, come il premier irlandese Leo Varadkar al Dáil Éireann. Il primo cittadino olgiatese ha autorizzato Babbo Natale a sorvolare il paese con una apposita ordinanza.

L'autorizzazione

Autorizzo Babbo Natale a sorvolare e atterrare nel Comune di Olgiate Comasco per depositare i suoi regali nella notte tra il 24 e il 25 dicembre 2023”, si legge nel decreto. Il lasciapassare vale anche per le renne volanti che trainano la sua slitta: “Autorizzo l'eccezionale presenza di 8 renne identificate con i nomi Ballerina, Cometa, Cupido, Donato, Donnola, Freccia, Fulmine, Saltarello e Rudolph”. Saranno gli agenti della Polizia locale e i consiglieri comunale nel caso ad “autenticare tatuaggi, le autorizzazioni e vaccini dei cervidi provenienti dalla Lapponia”. Le renne possono portarsi al seguito gli elfi che le curano. Al contrario è stata bandita “la presenza del Grinch, il Bau-Bau, Randolph e Mortimer Duke, dei ladri della Banda del Rubinetto e di altri personaggi cattivi".

L'invito

I bambini in cambio devono però accogliere e rifocillare Babbo Natale, gli elfi e le renne. Per Babbo Natale e gli elfi si raccomandano un bicchiere di latte e biscotti, per le renne invece delle carote. “Invito tutti i bimbi di Olgiate Comasco – è l'appello del sindaco – a preparare dei biscotti e un bicchiere di latte per i folletti e Babbo Natale e le carote per le renne”. Il decreto è stato inoltrato pure agli agenti della Polizia postale del Polo Nord. “Non c'è niente di più di vedere il sorriso dei bimbi la mattina del 25 dicembre quando aprono i regali sotto l'albero illuminato – spiega Simone Moretti -. Quest'ordinanza inoltre può far sorridere anche i più grandi”.