Erba (Como), 13 marzo 2018 - Spostare le auto sfrattate da piazza Vittorio Veneto in via Turati, nello spiazzo oggi deserto che si trova proprio di fronte alla filiale della BCC Brianza e Laghi. È questa una delle ipotesi attorno alla quale stanno lavorando i commercianti che entro i prossimi giorni dovranno elaborare una proposta da presentare al sindaco Veronica Airoldi che ha già concesso uno deroga, fino al prossimo 9 aprile, ma non è intenzionata a pazientare oltre. Già a partire dal 1 marzo infatti le auto sarebbero dovute sparire da quella che in città tutti conoscono come piazza Mercato, per le bancarelle che la affollano ogni giovedì, ma a opporsi sono stati proprio i negozianti. Per loro rinunciare ai 29 posti auto nella parte rialzata, parzialmente compensati dalla trasformazione di ventuno parcheggi blu nelle aree limitrofe in aree di sosta a disco orario o posti rosa, sarebbe stato decisamente troppo. Così dopo essersi mobilitati non hanno faticato a raccogliere nell’arco di pochi giorni tremila firme tra i loro clienti, abituati a parcheggiare in piazza per andare al bar o a comprare il pane. L’uovo di Colombo potrebbe essere quello di creare un nuovo parcheggio in via Turati, in un’area che si trova a una cinquantina di metri da Sant’Eufemia, una distanza accettabile anche per i clienti più pigri che potrebbero continuare a frequentare i negozi della piazza con la sicurezza di trovare parcheggio. Tra il dire e il fare però c’è di mezzo la necessità di convincere il proprietario dell’area, impresa non impossibile se a dare una mano ai commercianti ci penserà il Comune