Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
8 giu 2022

Mette un piede in fallo sull’impalcatura e precipita per quattro metri

L’infortunio in un’azienda agricola di Gottolengo. Il lavoratore, dipendente di un’azienda del Cremonese, ricoverato ai Civili

8 giu 2022

Ennesimo infortunio sul lavoro a Gottolengo, nella Bassa Bresciana, nella proprietà di un’azienda agricola situata tra le campagne del paese: Cascina Segalana.

Il dipendente di un’impresa esterna si è ferito gravemente in seguito a una caduta avvenuta mentre eseguiva dei lavori in una delle tante strutture agricole disseminate nella zona, note per gli allevamenti e la coltivazione di mais. L’uomo, dipendente di un’azienda di Ostiano in provincia di Cremona, era al lavoro in un’area sopraelevata quando improvvisamente ha perso l’equilibrio, forse dopo avere messo un piede in fallo. Di origini albanesi, il lavoratore si trovava su un’impalcatura ed era intento a compiere la ristrutturazione dell’edificio quando è caduto da circa quattro metri di altezza.

I colleghi hanno pensato al peggio. Hanno chiamato immediatamente il numero unico 112 per le emergenze, che a sua volta ha allertato la Centrale della Soreu Alpina di Bergamo e i carabinieri. Nel frattempo l’uomo è rimasto a terra semicosciente. Nel giro di pochi minuti sono arrivati due ambulanze e l’elicottero da Brescia. L’uomo è stato messo in sicurezza e gli sono state prestate le prime cure sul posto.

Subito dopo è stato condotto agli Spedali Civili di Brescia, dove il personale del Pronto soccorso si è preso cura di lui. Poi è stato ricoverato. Le sue condizioni, che inizialmente sembravano gravissime, sono in realtà tali da avere richiesto il ricovero in codice giallo. L’uomo non corre dunque pericolo di vita.

Ora i carabinieri e i tecnici del Servizio prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro di Ats Brescia, competenti in questi casi, dovranno ricostruire l’accaduto e capire se tutte le vigenti norme siano state rispettate dal lavoratore e dal datore di lavoro.

Milla Prandelli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?