Quotidiano Nazionale logo
23 feb 2022

"Ancora troppi morti per l’imprudenza al volante"

A Brescia nel gennaio scorso hanno perso la vita in nove. Cinque ragazzi sono morti. in un solo incidente a Rezzato

L’incidente di Rezzato in cui hanno perso la vita cinque giovanissimi
L’incidente di Rezzato in cui hanno perso la vita cinque giovanissimi
L’incidente di Rezzato in cui hanno perso la vita cinque giovanissimi

Odiate, eppure necessarie. Anzi, forse, persino troppo poche. In ottica di prevenzione degli incidenti, le sanzioni per la violazione del codice della strada restano uno dei principali deterrenti, a patto però che ci sia chi controlla. "Le cause degli incidenti, compresi quelli mortali, sono sempre le stesse – ricorda Roberto Merli, presidente dell’associazione Condividere la strada della vita di Brescia – parliamo di mancato rispetto della velocità e dell’uso dei cellulari". Sulle strade bresciane, nel solo mese di gennaio sono morte 9 persone, a fronte dei 66 di tutto il 2021, anno in cui il trend di incidenti mortali è stato condizionato dalla pandemia (i numeri di decessi sono stati inferiori nei mesi di maggiore picco dei contagi). "Dei 5 incidenti con esiti mortali di gennaio, 3 sono avvenuti per sorpasso azzardato – sottolinea Merli – in questo senso, le sanzioni funzionano, ma probabilmente le forze dell’ordine sulle strade sono troppo poche rispetto a ciò che servirebbe, per cui la gente si sente tranquilla nel violare anche le normali regole di base o addirittura nell’andare in giro senza assicurazione o senza patente".

F.P.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?