Elezioni amministrative (Newpress)
Elezioni amministrative (Newpress)

Bergamo, 9 giugno 2018 - Sono 11 i comuni in provincia di Bergamo chiamati al voto domenica 10 giugno per l'elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali, nonché per l'elezione dei consigli circoscrizionali. In Lombardia sono 697.695 gli elettori chiamati a esprimersi. I seggi saranno aperti dalle ore 7 alle ore 23

Ecco i comuni al voto in provincia di Bergamo: Aviatico, Capriate San Gervasio, Casnigo, Cenate Sopra, Mapello, Oltre il Colle, Paladina, Pianico, Piazzolo, Serina, Villa D'Ogna. Nel complesso sono oltre 26mila gli elettori chiamati alle urne. Il Comune di maggiori dimensioni è Capriate San Gervasio (oltre 7.700 abitanti) il più piccolo è Pianico (84 abitanti). Non essendo coinvolti Comuni con più di 15mila abitanti, non è previsto turno di ballottaggio in  provincia di Bergamo. 

AVIATICO - Agitata la situazione del comune dell’altipiano dove l’ex primo cittadino Michele Villarboito, eletto nel 2013 e che sarebbe andato comunque a scadenza nel 2018, era decaduto dopo la condanna in via definitiva per lo scandalo villette abusive di Ganda: il 24 maggio 2017 il pronunciamento della Corte di Cassazione e primo caso in provincia di Bergamo di applicazione della legge Severino del 2012 in materia di corruzione. Il 7 novembre, poi, anche il vicesindaco e reggente Leonardo Carrara aveva rassegnato le sue dimissioni e l’amministrazione, per decisione del prefetto Elisabetta Margiacchi, era stata affidata ad Andrea Iannotta. Adesso, Aviatico prova a cambiare pagina: si rivede l’ex primo cittadino Stefano Anselmo Dentella, che ha già ha già alle spalle quasi vent’anni da sindaco, che sfida Mattia Carrara, in pista già da oltre cinque mesi a capo di una lista che porta il nome del comitato di cittadini nato alla fine del 2017.

CAPRIATE SAN GERVASIO - Il Comune più grande di questa tornata è Capriate San Gervasio dove la prima notizia è la mancata ricandidatura del sindaco uscente Valeria Radaelli: il testimone passa al suo vice Carlo Arnoldi che proverà a bissare il successo della lista Una comunità per tutti, cinque anni dopo. Di fronte lo stesso sfidante: Vittorino Verdi, candidato di Impegno in Comune. 

CASNIGO - Chi cambierà sicuramente è Casnigo dove l’attuale sindaco Giacomo Aiazzi ha deciso di non ripresentarsi: Felice Perani, docente di laboratori di scienze e tecnologie elettriche ed elettroniche e già assessore alla Cultura nella giunta Franchina, sfida Enzo Poli, ex consigliere di maggioranza che dall’ultima esperienza amministrativa era uscito sbattendo la porta, rassegnando anzitempo le proprie dimissioni.

CENATE SOPRA - Deve convincere i cittadini soprattutto a recarsi alle urne Carlo Foglia, medico al Papa Giovanni XXIII e sindaco uscente.

MAPELLOEsclusa l’ipotesi della quarta lista, con Forza Nuova che non è riuscita a raccogliere le 60 firme necessarie per poter partecipare alla contesa elettorale, a Mapello la sfida per il sindaco è a tre L’amministrazione uscente si spacca, con il sindaco Michelangelo Locatelli in lista con l’assessore al bilancio Giovanni Ghislandi e contro il vicesindaco Alessandra Locatelli. Il terzo sfidante è Giacomo Gerosa, professore alla Cattolica.

PALADINA - Cinque anni dopo, a Paladina, è ancora sfida tra Tommaso Ruggeri contro GianMaria Brignoli, anche se i due candidati si presentano con squadre rinnovate. Nel 2013 Ruggeri trionfò con il 52,88% delle preferenze.

PIANICO - Sfida a due a Pianico: la scelta per i cittadini è tra il sindaco uscente Clara Sigorini e lo sfidante Maurizio Pezzoli.

PIAZZOLOA Piazzolo la sfida per la poltrona da sindaco è con l’affluenza: obiettivo quorum per Laura Arizzi che cinque anni fa vinse la concorrenza di Matteo Arizzi, Roberto Fornili e Donato De Meo.

SERINA - Due i candidati sindaco a Serina: Giovanni Fattori cerca la conferma e rispetto a cinque anni fa se la dovrà vedere non con l’attuale minoranza di Andrea Tiraboschi ma con Giorgio Cavagna.

VILLA D'OGNA - Due i candidati sindaco a Villa D'OgnaAngela Bellini per il bis, Angelo Bosatelli per tornare a vestire la fascia tricolore dopo il decennio 2003-2013: la contesa a Villa d’Ogna si gioca anche su quanto fatto in passato, più o meno recente. Bellini cambia nome alla sua lista (cinque anni fa vinse con “Svolta democratica) mentre Bosatelli ne presenta una dall’età media bassissima, solo 36 anni.

OLTRE IL COLLE -  Lo scorso 11 giugno, durante la normale tornata elettorale, Oltre il Colle non aveva raggiunto il quorum necessario a confermare sindaco Valerio Carrara, allora unico candidato: l’affluenza alle urne si era fermata poco al di sopra del 26%, probabilmente viziata dal caso scuole medie, chiuse a causa dell’esiguo numero di studenti iscritti. Per un anno l’amministrazione è stata retta dal commissario Letterio Porto. Questa volta il pericolo quorum dovrebbe essere scongiurato: dopo il passo indietro di Valerio Carrara, ex sindaco e unico candidato all’ultima tornata, ecco Paolo Maurizio, ristoratore e già primo cittadino tra la fine degli anni ’90 e i primi 2000, Daniele Cavagna, imprenditore a capo della lista E se a Oltre il Colle, e Giuseppe Astori, ex direttore del Credito Bergamasco in paese oggi in pensione.
 

COSA SERVE PER VOTAREOccorre recarsi al seggio indicato sulla tessera elettorale portando con sé la tessera elettorale e un documento di identità in corso di validità. In caso di cambio di indirizzo che comporti variazione di seggio occorre ricordarsi di applicare sulla tessera elettorale l'apposito tagliando spedito per posta dal Comune. In caso di esaurimento delle caselle e/o di smarrimento e/o di furto della tessera elettorale occorre recarsi presso l'ufficio elettorale per chiedere il rilascio di una nuova tessera.