Sofia Belli
Sofia Belli

Bergamo, 6 settembre 2018 - L’organizzazione di Patrizia Mirigliani ha assegnato i nuovi numeri alle protagoniste della finale di Miss Italia. Relativamente alle due lombarde, la varesina Sofia Belli, di Besnate, avrà il numero 17, mentre Patrizia Bendotti, bergamasca di Lovere, gareggerà col numero 23. Sofia ha compiuto 18 anni il 10 agosto, è fra le più giovani in finale. Come di consueto l’organizzazione Miren ha cambiato le fasce ad alcune finaliste per creare equilibrio di visibilità a beneficio dei vari sponsor del concorso. E così Sofia Belli, che è arrivata a Jesolo col titolo “Miss Bella dei Laghi Lombardia” è diventata Miss Miluna Lombardia; a “Patty” Bendotti, 20 anni, è rimasta la fascia Miss Sorriso Lombardia con la quale è approdata in fase finale. Patrizia Mirigliani non moltiplica pani e pesci, bensì le finaliste. Per svariate settimane l’organizzazione Miren ha annunciato che la finale di Milano del 17 settembre l’avrebbero disputata 30 ragazze. E in effetti nella serata di ieri l’ufficio stampa di Miss Italia ha diffuso il comunicato con trenta ammesse alla finale più tre riserve. Fra le trenta titolari non erano rappresentate 3 regioni: Veneto, Friuli Venezia Giulia, Molise.

A conferma del caos nell’organizzazione di Miss Italia, il numero delle finaliste è stato cambiato quando ormai la “schiera eletta” stava per sfilare in centro a Jesolo abbondantemente dopo le ore 21 di ieri. Patrizia Mirigliani ha aumentato a 33 il numero delle finaliste, includendo le riserve. “Diletta Sperotto del Veneto, Anna Mazzali dell’Emilia Romagna e Giuliana Panzino della Calabria rientrano quindi ufficialmente in gara e fanno parte del gruppo delle finaliste che salgono a 33”, è quanto riportato nel comunicato organizzativo diffuso solo stamattina. Patrizia Mirigliani ha spiegato così la scelta: “Sono rimasta molto colpita dalla bravura dimostrata da tutte le 60 partecipanti all’ultima selezione di prefinale ma riconoscendo l’impossibilità a questo punto, per evidenti problematiche logistico-organizzative, di ammetterle tutte alla finale in diretta tv, ritengo opportuno che si possa estendere la partecipazione almeno alle tre riserve”.

La decisione di Patrizia è in sintonia col regolamento tuttavia assai discutibile. Comunque sia, adesso anche il Veneto è rappresentato in finale, le regioni escluse sono Friuli Venezia Giulia e Molise. Per la prima volta non ci saranno miss in panchina nella finale, saranno tutte titolari. Le 33 finaliste raggiungeranno Milano domenica e inizieranno l’addestramento; la nuova Miss Italia verrà eletta negli studi televisivi Infront.