L'Atalanta festeggia il gol di Malinovskyi (Ansa)
L'Atalanta festeggia il gol di Malinovskyi (Ansa)

Bergamo, 8 febbraio 2020 - L’Atalanta sfata il tabù di Firenze. Dopo 27 anni la Dea torna a vincere al Franchi superando in rimonta la Fiorentina per 2-1. Vittoria meritata per la squadra di Gasperini che ha avuto per tutto l’incontro un netto predominio territoriale e nel possesso palla, con un unico passaggio a vuoto nel finale del primo tempo dopo il gol improvviso della Fiorentina con un siluro di Chiesa al 33’ da fuori area. Una saetta inattesa dopo mezz’ora di monologo nerazzurro con Ilicic a dettare i tempi della manovra offensiva e a cercare la porta, costruendo due occasioni importanti per un impreciso Pasalic che avrebbe potuto sbloccarla pochi minuti prima della rete di Chiesa.

Ripresa con l’Atalanta che sale in cattedra e trova immediatamente la rete del pareggio, dopo quattro minuti, con un’incursione di Gomez che scodella in mezzo un pallone su cui si avventa Duvan Zapata, per la sua seconda rete in tre settimane, l’ottava in questo campionato. Gasperini ottenuto il pari non si accontenta, getta nella mischia il kicker Malinovskyi e proprio l’ucraino al 71’ mette il suo sigillo con una bordata di sinistro da fuori area. Atalanta che cerca anche il tris, Fiorentina che reagisce a intermittenza con qualche iniziativa individuale ma senza creare grandi problemi all’Atalanta che nel finale controlla agevolmente il risultato, facendo anche esordire il mediano francese Adrien Tameze. Dea che sale a 42 punti, staccando di tre lunghezze la Roma che sabato prossimo sarà ospite a Bergamo in uno spareggio per il quarto posto dove la pressione sarà tutta sui giallorossi perché in caso di vittoria Gomez e compagni avrebbero sei punti di vantaggio sui capitolini e pure il confronto diretto favorevole, mettendo una seria ipoteca nel discorso qualificazione Champions.

FIORENTINA-ATALANTA 1-2 (1-0)
Fiorentina (3-5-2): Dragowski 6.5, Milenkovic 5.5, Pezzella 5.5, Igor 6; Lirola 6, Benassi 5.5 (39'st Badelj sv), Pulgar 5.5 (34'st Sottil sv), Castrovilli 6, Dalbert 5.5; Cutrone 5.5 (1'st Vlahovic 5.5), Chiesa 6.5. In panchina: Brancolini, Terracciano, Caceres, Dalle Mura, Ceccherini, Terzic, Venuti, Agudelo, Ghezzal. Allenatore: Iachini 5.5.
Atalanta (3-4-2-1): Gollini 5.5; Toloi 6, Palomino 5.5, Djimsiti 6; Castagne 6, Freuler 6, Pasalic 5.5 (19'st Malinovskyi 6.5), Gosens 6; Ilicic 6, Papu Gomez 6.5 (45'st Tameze sv.); Zapata 6.5. In panchina: Rossi, Sportiello, Caldara, Hateboer, Czyborra, Bellanova, Muriel, Colley. Allenatore: Gasperini 6.5.
Arbitro: Mariani di Aprilia 5.5
Marcatori: 32'pt Chiesa, 4'st Zapata, 27'st Malinovskyi.
Note. Spettatori: 35.034 per un incasso di 443.680 euro. Ammoniti: Castrovilli, Vlahovic, Zapata e Gollini. Angoli: 4-3. Recupero: 2' e 4'.