Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
2 ott 2019

Atalanta, ecco la nuova Curva Nord: un gioiello 'british' da oltre 9.000 posti a sedere

Sopralluogo al Gewiss Stadium terminato con un mese di anticipo rispetto al cronoprogramma

2 ott 2019
fabrizio carcano
featured image
La nuova Curva Nord al Gewiss Stadium di Bergamo
featured image
La nuova Curva Nord al Gewiss Stadium di Bergamo

Bergamo, 2 ottobre 2019 - La nuova curva del Gewiss Stadium è pronta. In tutta la sua imponenza e maestosità. Interamente ricoperta, 9.121 posti a sedere. Uno spicchio di stadio britannico trapiantato nella città dei Mille. Un capolavoro architettonico ed edilizio sorto in appena cinque mesi.

Dal 29 aprile, quando lo stadio è stato chiuso per aprire il cantiere, a oggi. Con addirittura un mese di anticipo rispetto all’originario cronoprogramma che prevedeva il termine dei lavori inizialmente per il 27 ottobre. Termine poi anticipato di un mese. Per esigenze di calendario. “Perché non potevamo giocare al Tardini di Parma più di due partite. Per cui non c’erano alternative, bisogna finire per la fine di settembre e ci siamo riusciti”, ha spiegato il direttore operativo atalantino Roberto Spagnolo. Che questo pomeriggio, dopo aver ottenuto il via libera della commissione provinciale (subordinato alla formalità di alcuni piccoli ritocchi da effettuare entro sabato), ha aperto alla stampa le porte dell’impianto di viale Giulio Cesare, che adesso ha una capienza di 22.512 posti. Per una visita nella nuova tribuna verticale e poi sotto nella ‘pancia’, dove tutto è stato rivoluzionato con spazi enormi che gli spogliatoi, uffici per arbitri e dirigenti, aree interviste e zona mista. Il nuovo che avanza dentro il vecchio stadio Brumana del 1928, poi diventato Comunale e quindi Azzurri d’Italia prima dell’acquisto nel 2017 da parte dell’Atalanta. Ed il via a questo ambizioso progetto che si snoderà nell’arco del prossimo triennio.

“Nella prossima estate affronteremo i lavori della tribuna Ubi anche se non abbiamo ancora studiato un piano di fattibilità dell’intervento, ma sarà un lavoro che effettueremo solo nella pausa del campionato. Basta giocare in trasferta”, ha sottolineato Spagnolo. Rimandando al 2021 la più complessa questione della curva Sud appoggiata al parcheggio esterno che funge anche da mercato aperto. “Per demolirla e ricostruirla serviranno almeno dieci mesi, per cui è un lavoro da fare chiudendo l’intero settore e mantenendo aperti gli altri tre settori, con capienza ridotta, ma anche a campionato in corso. Ma è tutto da studiare. Il nuovo stadio sarà completato per il 2022”. Questo il futuro. Ma il presente è la nuova Curva Nord, che domenica verrà inaugurata con la partita casalinga contro il Lecce. “Ci siamo riusciti e dobbiamo ringraziare tutto il personale che ha lavorato giorno e notte senza sosta, in diverse tipologie di cantiere. Nei turni diurni avevamo mediamente 220 operai, in quelli serali 80 o 100”, ha ricordato Spagnolo.







 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?