Monza, 13 gennaio 2018 - Droga ai giardinetti di via Azzone Visconti. L’ennesima prova arriva dall’ultima operazione degli agenti del Commissariato di Monza, Squadra Volante, che l’altro pomeriggio con l’appoggio dei colleghi del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia hanno setacciato quello che è considerato uno dei luoghi simbolo dello spaccio in città. E i risultati non sono mancati. Due cittadini stranieri sono stati infatti sorpresi a spacciare: si tatta di un nigeriano di 26 anni residente in città con addosso 11,4 grammi di marijuana: e un cittadino africano del Gambia e senza fissa dimora, di appena 19 anni, trovato in possesso di altri 4,9 grammi di marijuana. Entrambi richiedenti protezione internazionale, sono stati intanto denunciati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ma non è finita qui. A confermare che i giardinetti di via Azzone Visconti, abitualmente frequentati da giovanissimi e da mamme con bambini, siano diventati ormai il regno della marijuana è dimostrato anche da numerosi ritrovamenti. Gli agenti hanno infatti scovato diversi involucri nascosti in mezzo agli arbusti, nelle intercapedini delle panchine, tra le foglie, in mezzo alle sbarre su cui sedersi: e dentro, c’era marijuana. Per un peso complessivo di circa 100 grammi di sostanza stupefacente. Stessa quantità trovata qualche settimana fa in un altro pomeriggio di controlli. Se si tiene conto che la marijuana viene in media venduta a un prezzo variabile compreso fra i 5 e i 10 euro (dipende anche dalla quantità che si acquista), i conti sono presto fatti: la droga sequestrata aveva un valore sul mercato fra i 500 e i mille euro.