Milano, 24 settembre 2017 -  Parte con il piede giusto la nuova stagione dell'EA7 Milano che si aggiudica la seconda Supercoppa Italiana della sua storia bissando quella conquistata appena 12 mesi fa. La vittoria arriva contro i campioni d'Italia in carica della Reyer Venezia superati per 82-77.

La prestazione straordinaria di Jordan Theodore è stata davvero decisiva perchè il play americano è stato letteralmente imprendibile nelle sue scorribande nel cuore dell'area realizzando ben 29 punti con 10/17 da 2 punti. Così il 38.5 di febbre con cui si è presentato al match Andrew Goudelock è stato mascherato nel migliore dei modi fino a quando anche l'americano ex Lakers ha azzannato la preda con 7 punti praticamente in fila nel momento più difficile del match nell'ultimo quarto, mentre sotto canestro è stato l'energia di M'Baye e Gudaitis la chiave per i biancorossi (risolvendo il problema di un opaco Jefferson) visto che i due in coppia hanno combinato per 26 punti e 18 rimbalzi. La partenza è tutta biancorossa ispirata dalle scorribande di Theodore e dalla solidità di Gudaitis nel cuore dell'area arrivando sul 16-7. Il primo vantaggio in doppia cifra lo firma Bertans con la tripla del 24-14 al 9' (nel frattempo l'EA7 perde Cusin per un colpo al bacino), ma è Theodore il vero leader dell'Olimpia con ben 16 punti nei primi 14' della gara.

Milano sembra in controllo quando il suo play segna il 36-24 al 14' e invece l'attacco si blocca improvvisamente. La squadra di Pianigiani non segna più, Venezia ritrova il coraggio e con le triple di Bramos e Jenkins arriva ad un passo all'intervallo sul 40-39, mentre Milano negli ultimi 6' segna dal campo solo con una tripla di Goudelock. Si riparte dal mattatore del 1° tempo, ossia Jordan Theodore. I cambi di velocità del play con passaporto macedone respingono gli assalti ancora prodotti dalle triple di Johnson e Bramos portando l'EA7 58-55 al 30'. Il primo e unico pareggio del match è firmato da Peric a quota 61-61, ma questo finalmente scatena Goudelock che esce dal torpore e realizza 7 punti che ridanno tranquillità all'EA7 (71-63), mentre M'Baye firma la tripla della staffa (76-68 al 38') che consegna il trofeo all'Olimpia. 

OLIMPIA_25584429_205209EA7 EMPORIO ARMANI MILANO-UMANA VENEZIA 82-77 (26-17, 40-39; 58-55)
Milano: Goudelock 14, Micov 8, Pascolo ne, Fontecchio, Cinciarini 2, Cusin, Abass ne, M'Baye 14, Theodore 29, Jefferson, Bertans 3, Gudaitis 12. All: Pianigiani
Venezia: Haynes 5, Peric 13, Johnson 14, Bramos 14, De Nicolao 2, Jenkins 14, Orelik 4, Bolpin ne, Ress, Biligha 2, Cerella ne, Watt 9. All: De Raffaele
Note. Tiri da 2: MI 25/47 VE 18/35. Tiri da 3: MI 6/14 VE 9/28. Tiri liberi: MI 14/21 VE 14/18. Rimbalzi: MI 39 (M'Baye 10) VE 28 (Bramos 5). Assist MI 8 (Theodore 5) VE 17 (Haynes 3)