Milano, 18 giugno 2017 - Piovono voti eccellenti su uno dei licei più prestigiosi della città, il Beccaria, che conta 840 iscritti. Un alunno su tre del classico di via Linneo – 296 per la precisione, quasi il 36% del totale – ha una media superiore all’8; in 66, pari all’8%, coloro che a fine anno hanno potuto sfoggiare una media superiore al 9. E poi ci sono due maturande, tra cui Anna Giancontieri che Il Giorno ha intervistato qualche giorno fa, che registrano il massimo dei voti, 10, in tutte le 13 materie del corso di studi. E la vicenda, non meno straordinaria, di una 17enne, Ludovica Medaglia, l’anno scorso vincitrice del premio Campiello Giovani, che già quest’anno farà la maturità per abbreviazione per merito. I bocciati sono come mosche bianche: solo 14 in tutta la scuola, neanche il 2%, e nessuno di loro è al quinto anno. Mentre i promossi a giugno sono una maggioranza schiacciante, l’87%. I sospesi in giudizio sono l’11% del totale: 93 ragazzi hanno riportato almeno un’insufficienza che devono recuperare per poter essere ammessi all’anno successivo.

All'Istituto Tecnico statale Pasolini, all’Ortica è attivo oltre allo storico indirizzo turistico anche il liceo linguistico. Ottanta studenti dei 779 scrutinati non ce l’hanno fatta a superare l’anno scolastico appena terminato: parliamo del 10% del totale. Tanti. Gli ammessi sono 484, complessivamente il 62%. Il giudizio di sospensione grava su un ragazzo su 4: 215 per essere precisi, il 27% del totale. Sono 66 gli studenti che raggiungono la media dell’8. Solo 6 i «secchioni» del plesso scolastico di via Bistolfi con la media del 9, 4 sono maturandi.

Anche allo scientifico Volta, in zona Lima, nessuno studente agguanta la media stratosferica del 10 e nessuno dei 170 ammessi all’esame di Stato ci arriverà con la media superiore a 9. I bocciati, però, sono meno del 2% del totale: 22 su 1.102 scrutinati. L’ostacolo su cui più facilmente inciampano i liceali di via Benedetto Marcello è il secondo anno, lo sono il 50% dei non ammessi. L’80%, vale a dire 890 alunni, hanno passato l’anno al primo colpo, senza bocciature né debiti in sospeso. Gli studenti che dovranno passare l’estate chini sui libri per recuperare le materie insufficienti sono 190, il 17%. Dall’altra parte della città sorge un altro liceo, l’artistico Boccioni. La percentuale dei non ammessi e del 9%: dei 952 già scrutinati fra le classi prime e quarte, sono 87 a non avercela fatta. I promossi sono 580, il 60% del totale. Record di bocciature in una prima letteralmente falcidiata: solo 13 alunni – su 26 – hanno ottenuto la promozione.