Lodi, 25 giugno 2017 - Dopo il primo turno delle elezioni comunali (TUTTI I RISULTATI: ECCO I SINDACI ELETTI AL PRIMO TURNO) domenica 25 giugno è stato il giorno del ballottaggio(Guarda i risultati dell'affluenza). È Sara Casanova il nuovo sindaco di Lodi. La leghista, 40 anni appena compiuti, è la prima donna a insediarsi a Palazzo Broletto, con il 56,90% delle preferenzeUna storica vittoria per il centrodestra unito contro la coalizione di centrosinistra guidata da Carlo Gendarini. Determinante l’apparentamento con le liste civiche di Lorenzo Maggi. Molto bassa per tutta la giornata l’affluenza al voto: 51,35% (17.709 i votanti su 35mila aventi diritto), ben 9 punti rispetto al primo turno.

Si chiude, dunque, dopo vent’anni, il dominio del centrosinistra a Lodi. La Lega Nord torna, invece, a governare la città del Barbarossa dopo l’esperienza del 1995, che si era conclusa in anticipo in seguito alle dimissioni dell’ex sindaco Alberto Segalini. "Dedico questa vittoria alla mia famiglia e a tutti quelli che hanno creduto in me – le prime parole a caldo –. Sarò il sindaco di tutti". "Complimenti a Sara Casanova – dice lo sconfitto Gendarini che a mezzanotte aveva chiamato la sfidamnte per complimentarsi –. Faremo un’opposizione attenta a quello che farà l’amministrazione di centrodestra. Peccato, credevamo di poter vincere. Di sicuro, sulla sconfitta ha pesato la fine della Giunta Uggetti e il commissariamento".(Guarda i risultati a Lodi)

Lodi esce dal commissariamento iniziato l'estate scorsa in seguito all'arresto per l'accusa di turbativa d'asta dell'allora sindaco Pd Simone Uggetti, che era succeduto a Guerini nella poltrona più alta del Broletto. Il centrodestra ha simbolicamente preso il Comune esponendo anche, tra le bandiere istituzionali, anche quella che raffigura il sole delle Alpi e la bandiera di Forza Italia.