Legnano (Milano), 11 gennaio 2018 - Dimissioni irrevocabili perché "sono venute meno le condizioni necessarie per lavorare". Azzerati i vertici di Amga dopo che il presidente Giovanni Geroldi ha rassegnato le dimissioni e con lui se ne vanno anche Paola Bianchi e Roberto Candiani De Coi. La decisione è maturata anche a causa "dei giudizi molto critici e i moniti ad adottare condotte diverse,  pubblicamente espressi dal sindaco di Legnano e da alcuni componenti della sua Giunta, nel corso della conferenza stampa di fine anno, inerenti essenziali aspetti di funzionamento del sistema di controllo analogo di Amga".