Il mercato di Sant’Ilario chiude definitivamente. Mel mirino l’ex sindaco

Tre liste contro l’aumento delle tariffe agli ambulanti

Il mercato di Sant’Ilario  chiude definitivamente. Mel mirino l’ex sindaco
Il mercato di Sant’Ilario chiude definitivamente. Mel mirino l’ex sindaco

Chiude ufficialmente il mercato della frazione nervianese di Sant’Ilario e tre liste, Scossa Civica, Tutti per Nerviano e Gente per Nerviano, danno contro all’ex sindaco Massimo Cozzi. "Riprendendo un argomento che sembra stare molto a cuore al consigliere di opposizione Massimo Cozzi, desideriamo ricordare alcuni fatti. Anzitutto va menzionata la delibera di giunta del 29 aprile 2021, quando ad amministrare c’era lui, con la quale venivano aumentare le tariffe mercatali a seguito dell’istituzione del canone unico patrimoniale. Questo aumento delle tariffe, nell’immediato post pandemia, quando si arrancava per recuperare una normalità sociale ed economica, ha sicuramente penalizzato gli ambulanti del mercato della frazione. In secondo luogo, come già spiegato in consiglio comunale, i commercianti si erano già lamentati della scarsa affluenza della clientela. Questi due fatti, da soli, bastano a spiegare la chiusura del mercato di Sant’Ilario: una decisione infelice della giunta Cozzi riguardo le tariffe, nessuna domanda dei residenti e quindi nessuna offerta degli ambulanti". I residenti intanto insorgono per la scarsità di servizi nella frazione: "A Sant’Ilario la gente è stufa. Senza posta, senza banca da più di un mese e non si può neppure prelevare. Per gli anziani tutto ciò è devastante" spiega un cittadino. L’ex sindaco Massimo Cozzi in una interpellanza aveva spiegato: "I mercati costiuiscono spazi pubblici essenziali per la vita di una comunità. Infatti non sono solo aree per la distribuzione e vendita di beni e prodotti, bensì sono luoghi di aggregazione".

Ch.S.