L'auto e il cassonetto bruciati
L'auto e il cassonetto bruciati

Segrate (Milano), 2 gennaio 2019 - Un petardo fatto esplodere in un cassonetto per gli indumenti destinati ai poveri provoca un incendio che distrugge anche due auto. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con alcuni mezzi e i carabinieri. La maleducazione ormai non ha più confini e ne pagano le conseguenze coloro che operano per la solidarietà. I soliti ignoti hanno fatto esplodere un petardo all’interno del cassonetto che si trova sulla via Cassanese, all’angolo con via Golinelli, nella frazione di Lavanderie.

Gli abiti all’interno hanno preso rapidamente fuoco e il calore ha fatto esplodere il contenitore, provocando un forte boato che ha fatto tremare le pareti degli edifici nelle vicinanze. Le fiamme hanno poi raggiunto alcune auto in sosta. La prima ad essere attinta dal fuoco è stata una Smart che è andata completamente distrutta. Sul posto è rimasto solo lo scheletro carbonizzato. Le fiamme hanno anche raggiunto una Panda, che è andata parzialmente distrutta. I vigili del fuoco hanno dovuto lavorare per circa un’ora prima di domare completamente le fiamme. Difficile capire se il petardo sia stato lanciato da una finestra e finito casualmente nel cassonetto o molto più probabilmente gettato apposta all’interno.

I danni provocati dai botti di Capodanno sono molti e si sono verificati in vari Comuni. In particolare sono stati danneggiati alcuni spartitraffico adoperati come mortai per razzi e bengala, come a Pieve Emanuele in via dei Pini dove i paletti con i catarifrangenti gialli sono stati sciolti dal calore dei fuochi. A Lacchiarella per sparare i fuochi alcuni ragazzotti hanno divelto i cancelli di un parchetto che ieri mattina era quasi impraticabile per l’immondizia abbandonata.