Michele Cannistraro
Michele Cannistraro

Rozzano (Milano), 11 gennaio 2018 – Appena i giudici gli hanno messo in mano il grembiule per partecipare a MasterChef All Stars, Michele Cannistraro ha assicurato: “Ci metterò cuore, passione, determinazione. E vincerò per questo”. Il cannibale di Rozzano, così soprannominato per la sua tenacia, ce l’ha fatta: è lui il vincitore dell’edizione speciale di MasterChef che ha radunato i migliori concorrenti di tutte le edizioni dello show cooking.

Cannistraro aveva partecipato alla terza, classificandosi ottavo. Ora la rivincita: dopo aver battuto in finale Rubina Rovini e Simone Finetti, il 38enne di Rozzano, ex capocantiere, ha preso in mano il piatto d’argento che lo ha decretato il migliore tra i migliori. A giudicare i suoi piatti, gli chef Antonino Cannavacciuolo, Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli, che sarà il prossimo giudice nell’edizione classica del programma.

Una triglia cucinata perfettamente, una combinazione di gamberi e lime e un pezzo di carne tomahawk servita con una salsa all’osso buco, definita da Cannavacciuolo “perfetta”, gli hanno fatto guadagnare il primo posto. “Michele, sei una persona che non molla mai, un combattente dal cuore d’oro”, ha sottolineato Locatelli prima di consegnargli il premio (che sarà devoluto a un’associazione che si occupa di riabilitazione di ex carcerati attraverso la cucina).

“Mio padre sarebbe orgoglioso – ha commentato Cannistraro, sostenuto in finale dalla moglie Marzia –, le mie figlie mi hanno detto: papà, vai e vinci. Ora torno a casa con un obiettivo raggiunto, una rivincita conquistata. Ho vinto con tre ingredienti: cuore, passione e tenacia”.