Il ragno eremita, un esemplare estremamente velenoso
Il ragno eremita, un esemplare estremamente velenoso

Nel mondo dell'advertising si dice che "non esiste cattiva pubblicità". Questo è sicuramente quanto si augura Joel Souza, regista del film 'Rust', passato alla cronaca ancor prima di finire nelle sale per il tragico incidente che qualche settimana fa ha fatto perdere la vita alla direttrice della fotografia Halyna Hutchins, uccisa da un proiettile sparato da Alec Baldwin, convinto che la pistola fosse carica a salve. Ora un nuovo drammatico incidente ha colpito Baldwin e il resto del cast: uno degli operatori, Jason Miller, è stato morso da un ragno eremita e ora rischia l'amputazione del braccio. Lo riferisce Tmz. L'uomo era stato assunto per girare delle scene al Bonanza Creek Ranch di Santa Fe, New Mexico, dove è stato morso dal temibile aracnide. 

Il ragno eremita

Loxosceles reclusa, meglio noto come ragno eremita marrone o anche recluso bruno, è un ragno mediamente lungo dai 6 ai 20 mm, ma può anche crescere molto di più in misura. Il suo colore è tipicamente marrone chiaro, anche se le gradazioni possono variare dal marrone chiaro a quello più scuro fino al grigio nerastro. Il cefalotorace, la 'testa' dell'animale per intenderci,  e l'addome non necessariamente devono essere dello stesso colore. La parte dorsale del cefalotorace presenta una tipica macchia di colore nero che assume la forma di un violino. Al contrario della maggior parte dei ragni, possiede 3 paia di occhi invece di 4. Il morso è fortemente velenoso e la zona interessata dal va in necrosi, lasciando profonde cicatrici. Tuttavia il morso solo raramente risulta mortale