Quotidiano Nazionale logo
6 apr 2022

Il grande jazzista Cervellino in Valle per la stagione firmata Cid

L’assessore comunale Marcella Fratta: "Mi auguro sia una bella ripartenza tra le note". Villa Quadrio apre ai musicisti

Al centro l’assessore alla Cultura ed. educazione di. Sondrio, Marcella Fratta
Al centro l’assessore alla Cultura ed. educazione di. Sondrio, Marcella Fratta
Al centro l’assessore alla Cultura ed. educazione di. Sondrio, Marcella Fratta

Una ripartenza in… musica. Saranno infatti le note della 58^ edizione della stagione musicale del Cid - Circolo musicale di Sondrio – a sancire, in qualche modo, la ripartenza del capoluogo di provincia valtellinese dopo gli stop imposti nelle scorse stagioni dal Covid 19.

E di questo ne è convinta anche l’assessore alla Cultura, educazione e istruzione del Comune di Sondrio Marcella Fratta, presente ieri alla conferenza stampa di presentazione della stagione del Cid che si è tenuta nella sala consigliare di Palazzo Pretorio. "Mi auguro sia una bella ripartenza tra le note – ha detto Fratta -, siamo contenti di poter presentare la stagione musicale del Cid al quale abbiamo anche chiesto di organizzare un concerto nella sala della musica della biblioteca di Villa Quadrio, in occasione del 160° di nascita della biblioteca Rajna. E di creare per questo evento l’atmosfera dell’epoca".

Invito raccolto dal Cid che lunedì prossimo allestirà proprio a Villa Quadrio "Ensemble Concertando", uno spettacolo musicale con proiezioni di immagini d’epoca e letture con Leonarde De Lisi, tenore, Zoltan Balfalvi, violino, Pierluigi Ruggiero, violoncello, e Luca Trabucchi alla chitarra. "Un ringraziamento quindi al Cid ma anche a tutti i cittadini che in passato hanno donato spazi, libri e materiale per poter allestire la nostra biblioteca. Il Cid ha collaborato con noi anche in epoca Covid in maniera proficua così come è stata sempre positiva la collaborazione con il Comune di Castione". All’auditorium Leone Trabucchi di Castione verranno organizzati su spettacoli della stagione del Cid. La prima si terrà il 14 maggio alle 20.45 e sarà "Per il Grande Jazz", con trio composto da Antonio Cervellino, contrabbasso, Davide Logiri, pianoforte, e Massimo Pintori, batteria e la secodna sarà invece "Lachrimae. The Alchemic Journey", esecuzione del ciclo completo della Lachrimae di John Dowland (1562-1626) organizzato il 27 maggio, in occasione del 10° anniversario della scomparsa di Antonio Boscacci, dalla sua compagna di vita Luisa Angelici.

La stagione del Cid si concluderà il 25 giungo con il "Concerto per la festa dei patroni di Sondrio SS Gervasio e Protasio" tenuto dall’orchestra giovanile classica della provincia di Sondrio. Una realtà, quest’ultima, molto importante che rappresenta un’assoluta novità in provincia e che vede la presenza di musicisti provenienti per la maggior parte dai 5 mandamenti della provincia di Sondrio già in possesso di un diploma accademico. E’ una formazione musicale di soli strumenti ad arco e cioè violini, viole, violoncelli e contrabbasso. E, come hanno ricordato i presenti, "l’Orchestra giovanile classica" rappresenta quindi una preziosa risorsa culturale della provincia di Sondrio". Sempre in tema cultura l’altra sera, purtroppo, gli spettatori de "Il silenzio grande" sono stati rimandati a casa. Un attore del cast che doveva salire sul palco del Sociale era positivo al Covid.

Fulvio D’Eri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?