Cormano (Milano), 9 maggio 2018 - Il mercatino dell’usato di viale Europa verso una svolta. Meno venditori, più spazio al collezionismo, spostamento di una parte dei banchi in via Somalia e un nuovo Regolamento: queste sono le proposte concrete per risolvere la difficile convivenza che si sta verificando da almeno un anno tra i residenti, i bancarellai e gli atleti delle squadre di calcio presenti nel centro sportivo comunale. La situazione era diventata così difficile che oltre 600 cittadini avevano firmato una petizione lo scorso autunno per chiedere, in particolar modo, una migliore regolamentazione di quest’area mercatale del sabato mattina, risolvendo le problematiche relative al decoro urbano, alla viabilità e alla quiete pubblica.

Il sindaco Tatiana Cocca ha, come risposta, programmato una serie di tavoli di lavoro con la partecipazione della giunta, dei capigruppo consiliari dei partiti, della Pro Loco Cormano, come organizzatrice del mercato, della Polizia locale di Cormano e dei promotori della petizione. Ebbene, nell’incontro dell’altro ieri sera in municipio sono state condivise alcune idee a breve e a lungo termine, per raggiungere un obiettivo.

«Il mercatino non chiuderà, diminuirà il numero dei banchi e sarà meglio organizzato», sottolinea la prima cittadina. Prima di tutto, le bancarelle non saranno più sistemate lungo il perimetro del campo da calcio centrale: «Solo una parte sarà ricollocata in via Somalia, come accadeva fino al 2015. – continua Cocca – Quindi, il mercato avrà anche uno spazio in questa strada e, in generale, ridurrà le oltre 200 presenze attuali. Poi, abbiamo deciso che non ci saranno più gli spuntisti. Infine, nel parcheggio pubblico di viale Europa, che si trova vicino alle abitazioni, sarà data la precedenza ai venditori dei prodotti da collezione e agli hobbisti».

Intanto, continueranno gli intensi controlli portati avanti dagli agenti e dagli Ausiliari volontari della Polizia locale, dall’Associazione nazionale carabinieri e dalla stessa Pro Loco. Invece, tra poche settimane partirà l’iter comunale per modificare il regolamento del mercatino; ci penserà «la commissione consiliare che si occupa dell’assetto e dell’utilizzo del territorio. – conclude il sindaco – Se ne discuterà già dal 21 maggio. In alternativa, rimane sempre viva l’ipotesi di un trasloco in un’area privata».