La polizia locale e quella di Stato si occupano anche della prevenzione
La polizia locale e quella di Stato si occupano anche della prevenzione

Cinisello Balsamo (Milano), 6 dicembre 2019 - Tre furti in meno di 48 ore. In un caso, una coppia di anziani è stata derubata di soldi e gioielli per quasi 50mila euro. È vera emergenza furti nelle case di Cinisello dove negli ultimi giorni è tornata a colpire una delle bande specializzate nei furti con destrezza. Due uomini, uno vestito con abiti che somigliano a quelli di una divisa delle forze dell’ordine, l’altro con una tuta da operaio che si spaccia per tecnico della società dell’acqua potabile. Per tre volte sono entrati in azione nelle villette di Borgomisto mettendo in scena la loro sceneggiata.

I due piombano in casa delle vittime citofonando e avvertendo che è in corso un’emergenza. Parlano di possibili avvelenamenti o incendi, dando vita a una strategia della tensione che trasforma gli anziani in vittime inermi e pronte a tutto pur di salvarsi. In pochi istanti chiedono di radunare tutti gli oggetti di valore e di chiuderli nel frigorifero. E poi li invitano a fuggire fuori casa. In quei pochi secondi scappano con la refurtiva. 

Il primo colpo è stato messo a segno l’altra mattina intorno alle 11,30. Nel pomeriggio i ladri sono ricomparsi in una traversa di via Cilea. Hanno atteso 24 ore, poi si sono ripresentati nella stessa via in cui avevano colpito il giorno prima. Già la scorsa primavera una banda aveva agito con le stesse modalità ed aveva messo a segno ben 12 furti in meno di una settimana. Difficile capire se si tratti delle stesse persone o se invece a colpire siano bande diverse, ma con modalità del tutto simili. Del resto questo repertorio è uno dei più classici per i furti con destrezza. Episodi simili si segnalano costantemente in tutti i Comuni del Nord Milano. Le forze dell’ordine hanno moltiplicato il pattugliamento del territorio, con particolare attenzione a tutte le persone che vestono con abiti particolari.

Da anni le forze dell’ordine sono impegnate in corsi con gli anziani metterli in guardia. L’ultima lezione si è tenuta l’altra sera al Comando della polizia locale con il comandante Fabio Crippa e il dirigente del commissariato di polizia Gianluca Cardile. Tra le tecniche più in voga c’è proprio la truffa messa a segno da falsi tecnici. La raccomandazione più importante è quella di non esitare a tenere fuori dalla porta gli estranei e verificare con una telefonata al 112 prima di aprire agli estranei. Nuovi incontri sono in programma martedì 10 dicembre alle 18 nel salone Concordia di via Rimembranze e il 14 dicembre alle 17 alla parrocchia della Sacra Famiglia.