L'auto usata per le truffe a Sesto
L'auto usata per le truffe a Sesto

Sesto San Giovanni (Milano), 20 novembre 2019 – E' stato un giovane senegalese di quelli che so stano davanti ai supermercati chiedendo una moneta per aiutare donne ed anziani a caricare la spesa, a smascherare e far bloccare i due truffatori dello specchietto.

Martedì pomeriggio la banda, composta da due slavi di 40 e 42 anni, era entrata in azione nel parcheggio dell'Ipercoop di viale Italia. A bordo di un'Alfa avevano atteso l'arrivo della vittima giusta, un anziano di 83 anni. Quando l'uomo è salito in auto ed ha fatto una breve retromarcia per uscire dal parcheggio, loro si sono inseriti su un fianco ed hanno lanciato un sasso sulla portiera dell'anziano. Subito dopo lo hanno bloccato accusandolo di aver urtato la loro auto e di avergli provocato ingenti danni alla fiancata. I due energumeni, si sono intrattenuti per diversi minuti con l'anziano che avrebbe voluto compilare un modulo di constatazione amichevole. Loro pretendevano soldi contanti e stavano per perdere la pazienza, quando il giovane senegalese si è reso conto che si stava consumando una vera e propria truffa. Ha impugnato uno smartphone ed ha chiamato la polizia. Purtroppo la sua mobilitazione non è passata inosservata ai due che sono fuggiti. Gli agenti del commissariato di Sesto, giunti sul posto in pochissimo tempo, sono riusciti a inseguire e bloccare la banda mentre cercava di allontanarsi lungo viale Italia. Si tratta di due uomini di origine slava che vivono in provincia di Pavia e che hanno precedenti specifici per furto e truffe. Purtroppo, sebbene questo genere di raggiri siano piuttosto diffusi e in continua crescita, la legislazione è piuttosto blanda. Sono stati denunciati a piede libero e sono potuti tornare a casa già in serata.