Pavia, 11 marzo 2018 - Dall'ultima rapina messa a segno a Chignolo Po, i carabinieri della Compagnia di Stradella hanno contestato ai due presunti responsabili altri 11 colpi, tutti messi a segno, con le stesse modalità, tra il gennaio e il febbraio dello scorso anno. Nello stesso giorno, il 2 febbraio 2017, della rapina al supermercato MD di Chignolo Po, i 2 accusati avrebbero rapinato anche il supermercato In'S alla frazione Spinetta Marengo di Alessandria.

Il lungo elenco delle rapine attribuite agli stessi responsabili, inizia però il 3 gennaio 2017 con il colpo all'MD di Noviglio (Milano). Seguono, l'11 gennaio, la rapina all'LD di Borghetto Lodigiano (Lodi); il 14 gennaio, all'Eurospin di Palazzolo (Bergamo); il 16 gennaio, all'LD-MD di Pandino (Cremona); il 19 gennaio, all'MD di Asola (Mantova); il 21 gennaio, all'In'S di Inverigo (Como); il 23 gennaio, alla Lidl di Fidenza (Parma); il 27 gennaio, alla Lidl di Gotto (Mantova); e il 31 gennaio alla Lidl di Gonzaga (Mantova).

n base alle indagini dei militari di Stradella, i 2 rapinatori arrivavano sempre con un'auto presa a noleggio, alla quale sostituivano le targhe (rubate). E mentre il palo-autista restava in auto, il complice, con il volto coperto da una maschera di carnevale, entrava nel supermercato armato di pistola o coltello. Ora gli stessi carabinieri hanno notificato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, firmata dal Gip del Tribunale di Pavia su richiesta del sostituto procuratore Paolo Mazza, titolare dell'inchiesta, ai due accusati, nel frattempo finiti in carcere per altri reati: E.V., 33enne di Landriano (attualmente recluso nel carcere di Piacenza) e L.Z., 42enne di Lodi (recluso nel carcere di Reggio Emilia).