STEFANO ZANETTE
Cronaca

Pavia: inquilini coraggiosi bloccano un ladro in fuga dalla casa del vicino

Uno delle persone intervenute ha pagato la sua generosità rimediando alcune lesioni. Il topo d’appartamento è stato successivamente arrestato dalla polizia

Polizia (Archivio)

Polizia (Archivio)

Pavia, 17 giugno 2024 –  Sorpreso dai vicini di casa allertati da rumori sospetti, il ladro è stato intercettato mentre usciva dall’appartamento appena svaligiato. Al tentativo di bloccarlo, ha avuto una reazione violenta, ingaggiando una colluttazione con i coraggiosi vicini, mandandone uno in ospedale. Ma nel frattempo è arrivata la polizia, che lo ha arrestato, per rapina aggravata.

È successo sabato a Pavia, in via Villa Serafina, alla periferia Est della città. L’uomo rimasto ferito nella colluttazione con il malvivente se l’è cavata con una prognosi di pochi giorni, dimesso dal pronto soccorso dopo essere stato medicato per contusioni per fortuna non gravi.

Il presunto responsabile è stato invece caricato sull’auto della Volante e portato in Questura per le formalità di rito, trattenuto in attesa della convalida dell’arresto. Anche se voleva commettere un semplice furto in abitazione, l’ipotesi di reato che gli è stata contestata è la ben più grave rapina aggravata, che si è configurata nel momento in cui è stato scoperto e non ha desistito, ma ha invece proseguito nella condotta criminale per cercare in tutti i modi di assicurarsi la fuga, con l’uso della violenza.

Era da solo quando si è introdotto furtivamente nell’appartamento, in pieno giorno, approfittando dell’assenza dei padroni di casa. Ma per cercare nell’abitazione qualcosa di prezioso da rubare, non è stato evidentemente troppo attento a non fare rumore, forse convinto dell’indifferenza di chi poteva sentirlo, in orario diurno.

Erano circa le 10.30 quando invece i vicini si sono allarmati sentendo dei rumori provenire dall’appartamento nel quale sapevano che in quel momento non doveva esserci nessuno in casa. E andando a controllare cosa stesse succedendo, si sono imbattuti nello sconosciuto, individuato subito come un estraneo che non abita in quel palazzo. È stata questione di pochi istanti: i vicini hanno capito di essere faccia a faccia con un ladro e hanno cercato di bloccarlo.

Mentre partiva subito la richiesta d’intervento al 112, c’è stata la reazione violenta del malvivente, che ha provocato le lesioni a uno dei vicini. L’arrivo sul posto della polizia ha messo fine alla pericolosa situazione, con gli immediati soccorsi alla vittima e l’arresto in flagranza del responsabile. Un esempio della cosiddetta sicurezza partecipata tanto invocata dalle istituzioni e dalle forze dell’ordine, senza eccedere nel mettersi in situazioni di pericolo ma senza neppure disinteresse per quel che accade ad altri.