Gli spacciatori stuntmen. Si lanciano dalla finestra

In due tentano la fuga dopo l’irruzione dei carabinieri nel loro appartamento. Nel cortile dei palazzi di piazza San Pietro recuperato un panetto di cocaina.

Gli spacciatori stuntmen. Si lanciano dalla finestra

Gli spacciatori stuntmen. Si lanciano dalla finestra

Si sono lanciati da una finestra del loro appartamento al secondo piano per sfuggire ai carabinieri e hanno buttato nel cortile un borsello, subito recuperato, contenente un panetto termosigillato di 650 grammi di cocaina. Rocambolesco tentativo di fuga per i due marocchini arrestati nell’ambito di una maxi operazione delle forze dell’ordine nei palazzoni tra piazza San Pietro e via Cinque Giornate a Solaro, noti per il degrado urbano, lo spaccio di droga e il viavai di immigrati clandestini. Il blitz è scattato all’alba, gli occupanti degli appartamenti dormivano ancora e sono stati sorpresi nel sonno. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Rho, con il 3° Reggimento Lombardia, il Nucleo cinofili di Orio al Serio, i vigili del fuoco di Saronno e la polizia locale di Solaro. Complessivamente sono state controllate 42 persone: cinque magrebini sono stati arrestati, 16 sono stati denunciati in stato di libertà per permanenza illegale sul territorio nazionale, 8 segnalati amministrativamente quali assuntori di sostanze stupefacenti, trovati in possesso complessivamente di 8,5 grammi di hashish. Uno dei due marocchini che si è gettato dal secondo piano era anche ricercato: su di lui pendeva un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dalla Procura della Repubblica di Lecco. Un altro cittadino di origine nordafricana è stato, invece, arrestato in quanto destinatario di ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte d’Appello di Milano per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Arresto in flagranza di reato anche per un cittadino marocchino che, a seguito di comparazione dattiloscopica, è risultato essere rientrato illegalmente in Italia dopo essere stato espulso nel 2019 mediante accompagnamento alla frontiera. Oltre alla droga i carabinieri hanno trovato e sequestrato 8.000 euro, presumibilmente guadagno illegale dello spaccio. L’attività di controllo straordinario è stata organizzata dopo le segnalazioni fatte da alcuni cittadini ai carabinieri Solaro. I militari hanno prima fatto un’attività di indagine e, accertato quello che succedeva nei palazzoni, vera e propria piazza dello spaccio, è scattato il blitz.