Monza: minaccia di bruciare la casa di due anziani per un debito di 100 euro

L’uomo, un 34enne, è stato arrestato dopo essersi presentato sotto l’abitazione dei genitori di un amico che gli dovrebbe del denaro in prestito

Polizia a Monza (Archivio)

Polizia a Monza (Archivio)

Monza, 15 febbraio 2024 – "Vi brucio la casa!". Nella mattina di domenica, intorno alle 8.15, la centrale operativa della Questura di Monza ha inviato un equipaggio della Squadra Volanti in via Monviso a Monza, in quanto è stato segnalato un soggetto che, presentatosi sotto l’abitazione delle vittime, le minacciava di bruciar loro la casa.

Giunti sul posto, gli agenti hanno identificato immediatamente il figlio, che si trovava in compagnia di un ragazzo di 34 anni che, non curante della presenza della polizia di Stato, con fare spavaldo e irriverente, minacciava due anziani signori di bruciare loro la casa se non avessero immediatamente saldato il debito del figlio.

Gli agenti hanno immediatamente ricostruito il fatto. La vittima aveva ricevuto una chiamata dal figlio: era presso l’abitazione di un suo conoscente e doveva restituirgli una somma pari a circa 100 euro. Durante la chiamata tra padre e figlio, l’autore del reato, un cittadino monzese di 34 anni, si era fatto passare direttamente l’anziano genitore e gli aveva intimato di restituirgli i soldi dovuti dal figlio, se non voleva che si recasse sotto casa loro a darvi fuoco.

L’uomo si recava successivamente sotto l’abitazione delle vittime e minacciava nuovamente di dar fuoco all’abitazione qualora e non avesse ricevuto il denaro nell’immediato, continuando imperterrito nelle sue minacce anche difronte agli agenti della polizia. L'uomo è stato arrestato per la tentata estorsione e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.