Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
11 lug 2022
sonia ronconi
Cronaca
11 lug 2022

Escursione per ricordare la diossina

Quaranta ambientalisti all’Oasi del Fosso del Ronchetto, una delle aree verdi sorte dopo il disastro dell’Icmesa

11 lug 2022
sonia ronconi
Cronaca
Per norme anti-contagio sono state ammesse alla visita educativa e commemorativa soltanto in 40
Per norme anti-contagio sono state ammesse alla visita educativa e commemorativa soltanto in 40
Per norme anti-contagio sono state ammesse alla visita educativa e commemorativa soltanto in 40
Per norme anti-contagio sono state ammesse alla visita educativa e commemorativa soltanto in 40
Per norme anti-contagio sono state ammesse alla visita educativa e commemorativa soltanto in 40
Per norme anti-contagio sono state ammesse alla visita educativa e commemorativa soltanto in 40

di Sonia Ronconi

A 46 anni dal disastro Icmesa è stata organizzata un’escursione guidata all’Oasi del Fosso del Ronchetto, “Ricordando il 10 luglio 1976”. Il ritrovo è stato alle 9.30 al parcheggio del Centro Sportivo Comunale di via Monte Rosa 40 a Seveso, ingresso all’Oasi da via Boves. "È stata una mattinata serena dove solo 40 persone, per le normative anti-Covid, hanno potuto iscriversi - spiega Gianni Del Pero, presidente del WWF Lombardia che con altre realtà sevesine ambientaliste ha accompagnato le comitive -: divise in gruppi insieme hanno ricordato il primo grave incidente ambientale della storia. Abbiamo distribuito locandine per educate all’ambiente i futuri cittadini". Alle 12 è terminata l’escursione. Dopo una settimana di iniziative al Bosco delle Querce – ovvero il bosco della memoria – è stato scelto l’Altopiano di Seveso.

"Chi c’era in quegli anni - ricorda il geologo Del Pero - sa che quando il Bosco delle Querce e tutta l’area A erano impraticabili, proprio in quell’anno è iniziata la costruzione del centro sportivo Monte Rosa all’Altopiano da cui sono nate aree verdi come il Fosso del Ronchetto e il Biulè. Aree utilizzate durante quegli anni, quando la diossina era una molecola sconosciuta. Per altro, l’Icmesa era su territorio di Meda e da anni nel Tarò morivano pesci. Ma tutta l’attenzione si è sempre riversata solo su Seveso. Abbiamo ricordato insieme quei momenti e le persone morte nel tempo che si sono occupate di ambiente. Come l’ultimo della lista: Gabriele Galbiati, presidente dell’associazione Natur&. Per tutti loro è stato piantato un albero per ricordarli". L’Oasi Fosso dei Ronchetto fu istituita nel 1994 con l’accordo tra Comune di Seveso e le Associazioni WWF Groane e Legambiente Circolo “Laura Conti” che la gestiscono.

I volontari curano un’area rinaturalizzata che si estende su una superficie di circa 8 ettari, con un bosco di robinie, betulle, carpini, querce, olmi, castagni e ciliegi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?