Alberi e stazione antismog. Una provinciale più verde

Raddoppia il bosco urbano lungo la Sp 176 all’altezza del Comune di Bellusco. Un programma ecologico da 2,8 milioni di euro in collaborazione con Monza.

Alberi e stazione antismog. Una provinciale più verde

Alberi e stazione antismog. Una provinciale più verde

Il bosco urbano raddoppia, nuovi alberi lungo la Sp 176 e una stazione di controllo dello smog: alleanza Bellusco-Monza contro la febbre del pianeta. Fondazione Cariplo finanzia il 60% dei 327mila euro in arrivo sul Molgora per “Strategia clima“. Obiettivo, "un nuovo equilibro ambientali grazie a tre progetti", spiega il vicesindaco belluschese Daniele Misani.

I due Comuni brianzoli hanno unito le forze nel bando “Monza&co. Green and blue transition“, che coinvolge anche il Consorzio Villa Reale e Parco, Ersaf (Ente regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste), Parco della Valle del Lambro e Legambiente Lombardia. Grazie a questa iniziativa le città rinnoveranno l’adesione al nuovo Patto dei sindaci per il clima con la stesura di un piano di azioni che indicherà interventi-chiave da intraprende a stretto giro. "Il riconoscimento ottenuto da Fondazione Cariplo conferma la validità del nostro impegno su questo fronte – sottolinea Misani – fra i programmi portati avanti nel tempo che ci hanno permesso di ottenere queste risorse ci sono l’aumento del patrimonio verde, la riduzione del consumo di suolo certificato dal Piano di governo del territorio, la svolta green dell’illuminazione pubblica, l’installazione di pannelli solari sul patrimonio immobiliare municipale, i risultati sulla differenziata. E adesso aggiungiamo un altro tassello, il piano di azioni con paletti a tutela delle generazioni future".

I soldi garantiti dalla Fondazione saranno impiegati per operazioni che prenderanno il via quest’anno e si concluderanno nel 2028. La prima è la messa a dimora di un filare di piante lungo la pista ciclopedonale che affianca via per Ornago, Provinciale 176, Cavenago-Bellusco, dalla rotonda della Sp2 Monza-Trezzo, a quella di via San Giuseppe. La seconda, l’ampliamento delle aree boschive a Est dell’abitato con sistemi d’irrigazione che ne garantisca la sopravvivenza. La terza, l’installazione di una centralina per il monitoraggio dell’inquinamento atmosferico e del meteo. Il 40% mancante dei soldi sarà garantito da fondi comunali ottenuti dal ministero. Ma il conto complessivo di tutte le azioni previste dal programma ecologico ammonta a 2,8 milioni,1,7 dei quali in arrivo da Cariplo.