Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
16 mag 2022
16 mag 2022

Sri Lanka, il paese è in default. Il Governo: non abbiamo soldi per stipendi e carburante

Il neo premier parla alla nazione della gravissima crisi che attanaglia il Paese. Tre petroliere sono in attesa di fronte alla baia di Colombo per sbarcare il carico

16 mag 2022
epa09950851 Members of Sri Lanka's Socialist Youth Union hold placards as they shout slogans during a protest march in Colombo, Sri Lanka, 16 May 2022. Protesters demanded the resignation of the president over the alleged failure to address the economic crisis, and�also demanded immediate arrest of those who attacked the Occupy Galle Face protest on 09 May. According to Sri Lanka Police, at least nine people died, more than 220 people were injured and dozens of vehicles and houses were torched during political unrest that broke out in Sri Lanka on 09 and 10 May during which the government enforced an island-wide curfew. Thousands of protesters staged the Occupy Galle Face protest since over a month in front of the Presidential Secretariat calling for the resignation of the president over the alleged failure to address the economic crisis.  EPA/CHAMILA KARUNARATHNE
roteste di piazza a Colombo contro la gravissima crisi economica del Paese
epa09950851 Members of Sri Lanka's Socialist Youth Union hold placards as they shout slogans during a protest march in Colombo, Sri Lanka, 16 May 2022. Protesters demanded the resignation of the president over the alleged failure to address the economic crisis, and�also demanded immediate arrest of those who attacked the Occupy Galle Face protest on 09 May. According to Sri Lanka Police, at least nine people died, more than 220 people were injured and dozens of vehicles and houses were torched during political unrest that broke out in Sri Lanka on 09 and 10 May during which the government enforced an island-wide curfew. Thousands of protesters staged the Occupy Galle Face protest since over a month in front of the Presidential Secretariat calling for the resignation of the president over the alleged failure to address the economic crisis.  EPA/CHAMILA KARUNARATHNE
roteste di piazza a Colombo contro la gravissima crisi economica del Paese

Colombo (Sri Lanka) - Lo Sri Lanka ha finito il carburante e non e' in grado di pagare le importazioni essenziali. Lo ha annunciato il nuovo premier, Ranil Wickremesinghe, parlando alla nazione della gravissima crisi che attanaglia il Paese. Tre petroliere sono in attesa di fronte alla baia di Colombo per sbarcare il carico ma non ci sono i soldi per pagarle, ha aggiunto il nuovo capo del governo che ha sostituito Mahinda Rajapaksa, dimessosi la settimana scorsa alla luce della gestione delle proteste popolari che sono finite nel sangue.

"I prossimi mesi saranno i piu' difficili delle nostre vite, non voglio nascondere la verita' e mentire alla popolazione", ha sottolineato il premier, esortando a "sopportare con pazienda" nella convinzione di poter superare la crisi. Il governo, ha poi confessato, non ha le risorse per pagare a maggio i salari dei dipendenti dell'amministrazione pubblica, 1,4 milioni di persone, e si risolvera' a stampare carta moneta solo come estrema risorsa.

Percorso dunque tutto in salita per il nuovo premier Wickremesinghe, che ha giurato solo quattro giorni fa. L'avvocato 73enne, leader del partito Unp, United National Party, sta faticando ad ottenere il consenso degli altri partiti di opposizione. Harsha de Silva, leader del SJB, Samagi Jana Balawegaya, United Peoplès Force, il partito nato l'anno scorso dalla scissione del Unp, al quale era stato offerto l'incarico di ministro alla Finanze, ha rifiutato e ha affermato pubblicamente che anche il Presidente Gotabaya Rajapaksa deve dimettersi.

 «Io sostengo la battaglia del popolo, che chiede un sistema totalmente nuovo per poter sperare nel futuro», ha detto. Analoga risposta da parte di Harin Fernndo, rappresentante di un'altra ampia formazione anti Rajapaksa: anche lui ha fatto sapere di non avere intenzione di sostenere il tentativo di Wickremesinghe. Secondo le sinistre estreme solo nuove elezioni possono esprimere un governo legittimo.

È comunque piuttosto improbabile che si possano svolgere elezioni, anche per la non disponibilità della carta sul mercato, che ha già impedito il normale svolgimento dei test scolastici di fine anno. Nelle strade è ancora palpabile la tensione, mentre migliaia di persone continuano anche oggi a Colombo a presidiare la piazza davanti al palazzo presidenziale Temple Tree.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?