Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
21 nov 2021
21 nov 2021

Covid e no vax, terza notte di guerriglia urbana in Olanda

Manifestazioni e violenze contro le nuove restrizioni decise dal governo

21 nov 2021
epa09592757  A scooter set on fire during a protest against the 2G policy in Coolsingel, Rotterdam, Netherlands, 19 November 2021. Hundreds of demonstrators have gathered to protest against the tightened coronavirus measures.  EPA/Killian Lindenburg
Un momento dei disordini di Rotterdam
epa09592757  A scooter set on fire during a protest against the 2G policy in Coolsingel, Rotterdam, Netherlands, 19 November 2021. Hundreds of demonstrators have gathered to protest against the tightened coronavirus measures.  EPA/Killian Lindenburg
Un momento dei disordini di Rotterdam

L'Aia - Proteste anti lockdown, il cuore dell'Europa brucia. Mentre oggi 35mila persone sono scese in strada a Bruxelles per protestare contro le restrizioni che entreranno in vigore domani, in Olanda va in scena la terza notte di proteste contro il lockdown e di scontri. "Molti piccoli gruppi stanno distruggendo cose" nella città settentrionale di Groningen, ha riferito un portavoce della polizia aggiungendo che gli agenti anti sommossa sono stati dislocati per "ripristinare l'ordine". Disordini anche a Enschede, Leeuwarden e Tilburg, secondo i media locali.

I manifestanti hanno acceso fuochi d'artificio e vandalizzato proprietà private nelle città olandesi di Groningen e Leeuwarden al nord, di Enschede ad est e di Tilburg a sud, ha comunicato la polizia. Le autorità hanno emesso un avviso di emergenza a Enschede, vicino al confine tedesco, ordinando alle persone di stare lontane dalle strade, ha detto la polizia su Twitter. "Cinque persone sono appena state arrestate nel centro della città per incitamento e violenza pubblica. Il nostro appello è di tornare a casa". Una partita di calcio nella vicina città di Leeuwarden è stata interrotta dopo che i tifosi, ai quali è stato impedito di giocare a causa delle restrizioni di Covid, hanno lanciato fuochi d'artificio nel terreno. I disordini in Olanda sono iniziati venerdì sera quando una manifestazione contro le regole imposte per la pandemia nella città portuale di Rotterdam si è trasformata in una rivolta su vasta scala durante la quale la polizia ha aperto il fuoco e quattro persone ferite dai proiettili. La sera seguente i rivoltosi hanno lanciato fuochi d'artificio e pietre contro la polizia e hanno bruciato biciclette e motorini a L'Aia. Più di 100 persone sono state arrestate in tutto il paese e almeno 12 persone sono rimaste ferite durante questi tre giorni di proteste. 

A Bruxelles

La protesta dei no vax in Europa si fa sempre più violenta. Dopo un'altra notte di scontri e arresti nei Paesi Bassi, è stato un pomeriggio da guerriglia urbana anche per le strade di Bruxelles, dove 35mila persone si sono radunate per manifestare contro le nuove restrizioni anti-Covid introdotte dal governo belga. Un corteo iniziato in modo pacifico ma degenerato in duri scontri dopo un lancio di oggetti da parte di un gruppo di manifestanti contro la polizia, che ha risposto usando cannoni ad acqua e gas lacrimogeni per disperderli. Le violenze si sono consumate nel cuore della capitale belga, a poca distanza dai palazzi dell'Unione europea e dalle ambasciate di Stati Uniti e Russia. Sventolando bandiere nazionaliste delle Fiandre e striscioni contro le norme più restrittive per i non vaccinati, diverse persone nascoste da cappucci hanno anche assaltato alcune auto della polizia. Almeno due agenti e un manifestante sono rimasti feriti.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?