Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
31 lug 2022
31 lug 2022

Cosa c'è nel suo bagaglio? "Una bomba". Aeroporto evacuato ma era uno scherzo, arrestato

Protagonista allo scalo internazionale di Copenaghen l'allenatore della nazionale di pallamano svedese under 18, che poi si scusa. Ma troppo tardi

31 lug 2022
L'aeroporto internazionale di Copenaghen, evacuato dopo lo scherzo
L'aeroporto internazionale di Copenaghen, evacuato dopo lo scherzo
L'aeroporto internazionale di Copenaghen, evacuato dopo lo scherzo
L'aeroporto internazionale di Copenaghen, evacuato dopo lo scherzo

Copenhagen - Si scusa pubblicamente l’allenatore di pallamano svedese che venerdì mattina ha provocato l’evacuazione del terminale 2 dell’aeroporto internazionale di Copenaghen . Arrivato al check-in, alla domanda «cosa contiene il bagaglio?» , l’uomo ha risposto: «una bomba» . Pochi istanti dopo, è scattato l’allarme ed è stato evacuato l’intero aeroporto mentre la polizia ispezionava il bagaglio sospetto. 

Una volta constatato che la valigia non contenebs nulla di pericoloso, l’aeroporto è stato riaperto al pubblico ma l’uomo , che stava viaggiando in qualità di membro della federazione di pallamano svedese, è stato arrestato . Oltre a non potersi imbarcarsi con la nazionale svedese U-18 per andare in Montenegro a disputare un torneo, l’uomo é stato sospeso dal suo ruolo nella federazione nazionale di pallamano. 

In un comunicato sul sito della squadra di pallamano Önnereds, dove allena , il tecnico ha dichiarato: «Ho perso completamente il giudizio in quel breve istante e ho scherzato su qualcosa su cui non bisogna scherzare, soprattutto non in quel posto. Mi voglio scusare con la mia nazionale, la federazione, il personale aeroportuale e altre persone che sono state coinvolte in tutto questo. Mi rendo conto della serietà e dell’idiozia del mio comportamento . Sono inoltre pronto a scontare una eventuale pena e imparare da questo per poter poi andare avanti».

 Nonostante sia stato rilasciato, l’uomo é tutt’ora sotto inchiesta in Danimarca per l’avvenuto. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?