La grinta di John McEnroe

Milano, 18 ottobre 2014 - E’ stata una festa, dall’inizio alla fine. Gli oltre ottomila spettatori del Mediolanum Forum di Milano hanno gioito, sussultato e si sono emozionati davanti ai colpi di classe di McEnroe, Chang, Ivanisevic e Lendl. La  terza edizione della Grande Sfida, una tappa ufficiale dell’Atp Champions Tour, ha fermato il tempo ieri al Forum.

Poco importa se sono passati gli anni, i capelli non sono più quelli di una volta o la forma è più appesantita del solito, perché il talento non ha età. Sono stati brividi di amore per il pubblico presente; mamme, papà ma anche tanti ragazzi che addirittura non erano nemmeno nati quando i «fantastici quattro» con le loro gesta conquistavano allori sui campi di tutto il mondo. Il più acclamato, come  sempre, è stato lui, SuperMac. Dalla sua entrata in campo, durante il gioco, e addirittura dopo la gara, gli appassionati del Mediolanum l’hanno continuamente incitato e omaggiato. McEnroe non ha deluso, come del resto il suo avversario Chang, deliziando gli spettatori con i loro colpi di genio.

Questa volta John non se l’è presa con il giudice di sedia (senza urlargli il suo celeberrimo: «You cannot be serious!»), ma a sprazzi ha regalato le sue consuete gag, come il lancio della racchetta dopo aver perso un game o il tirare via la palla per non aver chiuso il punto. Inoltre non sono mancati i siparietti: nel primo set, sul 3-2 per Chang e sul vantaggio pari, SuperMac ha richiamato un fotografo in piedi (please «sit down»); dopo i punti decisivi, girandosi verso la tribuna ha aperto le braccia per ricevere l’ovazione. Alla fine la finale valida per il terzo posto ha visto la vittoria di John (6-3, 6-3)Del resto, per McEnroe, Milano è sempre stata terra di conquista: il vincitore di sette Slam, infatti, tra il 1979 e il 1985, ha trionfato per quattro volte nel torneo meneghino. 

Non sono stati da meno Lendl e Ivanisevic. Anche i due campioni, nell’ultimo capitolo che metteva in palio il titolo, hanno infiammato il pubblico del Forum con i loro colpi. Alla fine l'ha spuntata Goran Ivanisevic, il quale si è così aggiudicato la tappa italiana dell'’Atp Champions Tour. E' lui dunque il re di Milano, grazie alla vittoria (6-4 , 6-4) su Ivan Lendl. Il fuoriclasse croato ha regalato grandi colpi, correndo su e giù per il campo.