Il presidente nerazzurro Steven Zhang ad Appiano Gentile
Il presidente nerazzurro Steven Zhang ad Appiano Gentile

Un semplice saluto, prima di una trasferta. Niente di più. Steven Zhang ha rivisto il tecnico e la squadra di cui è presidente, parecchi mesi dopo l'ultima visita. I canali ufficiali dell'Inter riportano una foto con i calciatori, l'allenatore e i dirigenti in cerchio ad ascoltare Zhang jr ad Appiano Gentile. Tutti attenti, nessuna aria di festa. Un discorso semplice e conciso: "Avete fatto un viaggio eccezionale, manca un ultimo sforzo", le sue parole al gruppo. “Sa che ancora non abbiamo conquistato nulla”, dice Antonio Conte in conferenza stampa alla vigilia del confronto con il Crotone. Per fare discorsi di altro tipo, su stipendi, futuro, stabilità del club, ci sarà tempo e modo. È stato proprio Conte a chiedere chiarezza al termine della stagione ed è auspicabile che la ottenga. Senza quella non è pensabile andare avanti, né per lui né per gli altri dirigenti. 
Nel frattempo, però, l'Inter deve ancora conquistare l'agognato scudetto. Mancano quattro punti, tre dei quali da prendere domani a Crotone. Se poi l'Atalanta non farà massimo risultato in casa del Sassuolo le distanze da colmare per tagliare il traguardo toccheranno lo zero e si potrà dare il via alle celebrazioni. Altrimenti, tutto rimandato a Inter-Sampdoria dell'8 maggio. In termini di formazione, Conte dovrebbe affidarsi ai fedelissimi. Gli indisponibili sono gli stessi dello scorso weekend, Vidal e Kolarov. “Stanchezza? Se qualcuno è stanco lo dica e starà in panchina”, è la risposta del tecnico. Ma nessuno vuole tirarsi indietro nel momento più importante degli ultimi undici anni del club. Da tanto la società non porta a casa il massimo campionato. Per quasi tutti, escluso Vidal, sarà il primo in carriera. Altri hanno vinto tornei nazionali, ma solo fuori dall'Italia. Lo scudetto avrà un sapore molto particolare.