Saluti romani davanti alla lapide di Ramelli
Saluti romani davanti alla lapide di Ramelli

Milano, 29 aprile 2018 - Oltre un migliaio di persone ha partecipato, oggi pomeriggio a Milano, alla manifestazione organizzata dai movimenti di destra in memoria di Sergio Ramelli, lo studente militante del Fronte della Gioventù ucciso non ancora ventenne il 29 aprile del 1975 da esponenti di sinistra a Milano. La manifestazione è terminata in serata senza tensioni. Presenti gli esponenti di diversi schieramenti che hanno percorso in silenzio via Paladini fino alla chiesa di San Nereo e Achilleo in viale Argonne. Nello spiazzo si sono schierati Casa Pound, Forza Nuova e Lealtà Azione. 

L'evento è stato anche l'occasione per commemorare Carlo Borsani ed Enrico Pedenovi. Un gruppo compatto ha salutato i "camerati caduti" con il braccio teso per tre volte. L'elemento di novità di quest'anno è il saluto romano compatto al momento del "presente" davanti alla lapide di Ramelli: centinaia di persone hanno teso il braccio in via Paladini.